E.M. Catania, al centro arriva il palermitano Fabio Cuti

Classe 1986, 195 cm di altezza, agli ordini di Mauro Puleo, arriva il centrale palermitano Fabio Cuti

Fabio Cuti

Classe 1986, 195 cm di altezza, agli ordini di Mauro Puleo, arriva il centrale palermitano Fabio Cuti. In queste settimane tecnici e dirigenza di Elios Messaggerie Catania hanno lavorato per rinforzare l’organico rossazzurro e da oggi è ufficiale l’accordo siglato con il palermitano che, già da qualche giorno, ha cominciato ad allenarsi, in campo e in palestra, con i suoi compagni.

Per il direttore sportivo, Piero D’Angelo, che ha già avuto modo di vederlo a lavoro: “E’ un ragazzo di tanto entusiasmo che ci potrà dare una grande mano. Deve recuperare un po’, perché dopo un’ultima stagione con la Volley Valley, è rimato fermo, ma si è messo a completa disposizione della squadra e, già da adesso, un innesto importante per le fasi di allenamento”.

E sul fronte entusiasmo nessuno dubbio nelle parole del diretto interessato, che indosserà la maglia numero 13: “Questa società la seguo da sempre e sullo schermo da quando è in serie A. Ecco perché quando mi ha contattato il presidente Natale Aiello, sono stato felicissimo di avere l’opportunità di entrare in questa famiglia. Giocare in serie A é sempre stato un sogno nel cassetto”. Del suo impegno Fabio Cuti dice: “Mi aspetto il massimo da quest’anno: sicuramente ho  tantissimo da imparare, ma ho anche una grande voglia di dare il mio contributo per questa squadra e per questa città che mi sta adottando. Con sacrificio e orgoglio farò di tutto per non deludere nessuno. Sono sicuro che, con i miei nuovi compagni di squadra, otterremo dei grandi risultati lavorando insieme”.

Sul fronte infermeria continua il percorso di recupero di Juan Ignacio Finoli e di Filippo Porcello, i due infortunati, che in questi giorni stanno passando sotto le mani attente dell’osteopata Gianluca Catania e del fisioterapista Antonio Aloisio. Il percorso terapeutico per loro prosegue, in vista del match di domenica contro Cuneo. Una doppia riserva che non si scioglie spiega l’allenatore Puleo: “Al momento non possiamo fare previsioni, ma dobbiamo lavorare pensando di inventare una nuova formazione, anche alla luce del fatto che abbiamo altri due titolari, Pricoco e Gradi, che a causa dell’influenza sono fuori dagli allenamenti da tutta la settimana”. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *