INCONTRO CON LA NUOVA REALTA’ DELLE DONNE LIBICHE PROTAGONISTE DEL BUON GOVERNO

Vari gli argomenti di studio e di approfondimento da parte delle donne libiche, tutte amministratrici locali di varie municipalità del territorio libico

Senza titolo

Nella sala conferenze del "Siracusa International Institute for Criminal Justice and Human Rights" di Via Logoteta a Siracusa si è svolto il 17 e 18 dicembre un seminario internazionale sul tema "Italia-Libia - I tre orizzonti della governance locale: donne protagoniste del buon governo locale, competenza amministrativa, sviluppo territoriale". L'importante evento ha registrato gli interventi di Amal Altahir Abdullah Alhaaj, Board Director of Free Communications e di Samira Elmasoudi, President of “Development Organization in Support of Youth and Women in Libya", introdotte da Pierluigi Severi, Presidente di Minerva, società organizzatrice del seminario, affiancato da un rappresentante ANCI e da un rappresentante DGAP del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Vari gli argomenti di studio e di approfondimento da parte delle donne libiche, tutte amministratrici locali di varie municipalità del territorio libico:

"Lo Stato e i Consigli distrettuali: principi costituzionali e legislativi che ne regolano i rapporti e che favoriscono la crescita del sistema istituzionale locale. Cultura amministrativa e partecipazione: incoraggiare forme di innovazione della democrazia dal basso e la disponibilità ad un continuativo atteggiamento cooperativo. La gestione amministrativa e finanziaria: modelli di acquisizione delle risorse finanziarie e destinazione delle risorse rispetto ai livelli di protezione sociale e di sviluppo del territorio. I programmi: dalle buone pratiche alle politiche di promozione dello sviluppo sociale, economico, educativo, ambientale e culturale. L’importanza della messa in rete delle donne amministratrici sul territorio libico. Incrementare la comunicazione pubblica". Presenti anche Ezechia Paolo Reale, segretario generale dell'Istituto, Paolo Amenta, presidente ANCI Sicilia e l'onorevole avvocato Sofia Amoddio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *