Belpasso, oggi e domani le notti dei “Carri di Santa Lucia”

Tradizione inserita quest’anno  nell’agenda dell’anno europeo del Patrimonio culturale, Mibact

Belpasso Festa S. LUCIA COMUNICATO N.5 del 11 Dicembre 2018 (2)

La Festa di S. Lucia a Belpasso, organizzata dal Comitato per la Festa con il patrocinio del Comune di Belpasso e la collaborazione della Fondazione Carri di S. Lucia e del Circolo Cittadino S. Lucia V.M., entra nel vivo. Tutto è pronto per le due notti che precedono le solenni celebrazioni religione di giovedì 13, venerdì 14 e giovedì 20.

Le sere dell’11 e del 12 dicembre sono caratterizzate dalla “spaccata” delle spettacolari macchine sceniche barocche, i “Carri di S. Lucia”. Quest’anno l’amata tradizione belpassese, realizzata grazie all’impegno e all’impareggiabile lavoro delle maestranze artigiane, è stata inserita nell’agenda dell’anno europeo del Patrimonio culturale, Mibact (Ministero per i Beni e le Attività culturali),  e farà da apertura ai vari eventi culturali, storici, scientifici legati al 350° anniversario dell’eruzione dell’Etna che distrusse l’antica Malpasso nel 1669.

«Il 2018 è l’anno europeo del patrimonio culturale – Ha spiegato Antonino Girgenti, presidente Fondazione Carri di S. Lucia – e noi all’inizio dell’anno abbiamo presentato l’istanza per l’iscrizione; il marchio lo abbiamo ottenuto ad agosto. Questo è frutto dell’impegno e del lavoro costante della Fondazione per la promozione del patrimonio culturale belpassese e artistico dei carri di Santa Lucia». L’anno scorso invece la Fondazione è riuscita ad ottenere l’iscrizione dei “Carri” nel registro delle Eredità immateriali della Sicilia.                                                                                      La grande “famiglia” dei carristi quest’anno è stata ben inserita anche all’interno del contesto religioso dal parroco Mons. Giovanni Lanzafame. I cantieri dei carri sono stati visitati tutti dalle reliquie di Santa Lucia, nell’ottica della «parrocchia quale famiglia aperta a tutte le famiglie», così come Mons. Lanzafame, ha predicato sin dal suo ritorno in parrocchia. Grandi momenti di agape sono stati la celebrazione vespertina della scorsa domenica sera, presieduta dal sac. belpassese Maurizio Pagliaro, nel corso della quale sono state benedette le cinque ragazze che rappresenteranno la Santa Patrona nei carri dei cinque quartieri Matrice, S. Antonio, Purgatorio, San Rocco e Borrello, e la giornata di ieri nel corso della quale la comunità belpassese si è stretta attorno al parroco della chiesa Madre in occasione del 41° anniversario della ordinazione di Mons. Giovanni Lanzafame. Altro momento religioso particolarmente atteso è la tradizionale processione con le reliquie e l’offerta della cera da parte dell’amministrazione comunale prevista per il pomeriggio di mercoledì 12 dicembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *