Adriano Bertazzoni, un artista messinese

Al Teatro Vittorio Emanuele dal 29 settembre al 10 ottobre per la Sezione Arti Visive 2017/2018, Adriano Bertazzoni ha realizzato una delle sue mostre Bertazzoni_Gonfalone-e1506716421470

Dal 29 settembre fino al 10 ottobre 2017, nell’ambito del progetto “Opera al Centro”, si è svolta a Messina presso il Teatro Vittorio Emanuele la personale “From bit tu atom” del pittore Adriano Bertazzoni, giovane artista formatosi all’Accademia delle Belle Arti di Reggio Calabria dove ha conseguito la laurea in Arti Figurative, Spettacolo, Moda e Arte, comunicazione grafica. Bertazzoni ha partecipato con successo, posizionandosi al terzo posto, a THE EYES, il primo talent show prodotto da Mediaset dedicato alla pittura. Ma qui di seguito pubblichiamo la sua biografia per far conoscere ove ce ne fosse bisogno i giovani artisti messinesi: Adriano Bertazzoni nasce a Messina l’8 dicembre 1986. Si forma nella stessa città al Liceo artistico “Can. Annibale M. di Francia”.

Adriano Bertazzoni

Contemporaneamente frequenta, per alcuni anni, il Conservatorio di Musica “A. Corelli” di Messina, dove è allievo del maestro di pianoforte Dario Nicoletti. Interrotti a malincuore gli studi musicali, si iscrive nella Facoltà di Architettura dell’Università di Reggio Calabria. Soffocato da un ambiente lontano dalla propria indole, abbandona la facoltà e si iscrive all’Accademia di Belle Arti “Mediterranea” di Messina. Allievo del maestro Antonello Arena acquisisce dapprima le tecniche pittoriche di maniera sino ad arrivare a quelle di epoca moderna, giungendo infine alla sperimentazione. Dal 2011 al 2012 è inoltre membro attivo di “Gradiva Arte”, di Alessandro Lanza e partecipa a diverse collettive, estemporanee e performance. Nel 2014 consegue la laurea in Pittura col massimo dei voti e lode presentando la tesi “ALCH IXH XAN”. La dimensione pittorica diviene un nuovo senso di percepire la realtà che defluirà nella prima personale dell’artista messinese in occasione di “FurnariArte” e di “Figurazione nuova” a cura di Saverio Pugliatti, con critica curata dalla Prof.ssa Stefania Petrillo dell’Università di Perugia. Al fianco, le personali dei maestri Antonio Bonanno Conti, Sebastiano Messina, Togo, Michele D’Avenia e Sara Teresano. Dal 23 agosto allo 08 novembre 2014 è tra i sedici concorrenti scelti da tutte le accademie italiane per il primo talent show dedicato all’arte e ai giovani artisti italiani, “The Eyes” di Milo Goj, trasmesso sulla rete Milanese “Elite Shopping Tv”. Sempre nel settembre dello stesso anno, si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria. Il mondo della grafica permea quello della pittura e nasce un profondo interesse per le relazioni tra arte, comunicazione e società. Il ciclo di studi si conclude con la redazione di “From bit to atom”, tesi che proseguirà nella personale omonima, dal 29 settembre al 10 ottobre 2017, nella Sala Mostre del “Teatro Vittorio Emanuele II“ di Messina, in occasione del ciclo di mostre “Opera al Centro”: Presidente Luciano Fiorino; Sovrintendente Egidio Bernava Morante; Responsabile Sezione Arti Visive Giuseppe La Motta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *