Raccolta crowdfunding Cross Cultural Chairs

Ancora pochi giorni per contribuire alla raccolta di crowdfunding per sostenere Cross Cultural Chairs progetto del giovane designer catanese Matteo Guarnaccia

1bf7fc68-34ce-4120-9126-278f5d2d89d7

Catanese, 24 anni, un sogno nel cassetto. Portare a termine la ricerca socio antropologica Cross Cultural Chairs. Un viaggio negli otto Paesi più popolati del mondo alla scoperta delle diverse culture e dei modi di sedersi. Sì, avete capito bene. Perché lo studio di Matteo Guarnaccia, giovane designer che ha approfondito i suoi interessi allo IED e al FabLab di Barcellona, ruota proprio attorno alle sedie. Oggetti che spesso vengono accostati alle fasi dell’evoluzione dell’uomo e che rispondono a necessità comuni, in tutto il mondo. Come quella di sedersi a riflettere e prendersi una pausa dalla vita moderna che scorre troppo velocemente.
4ca9c4ba-a11e-4b5c-9da5-6159943c9e25Sedie, sgabelli,poltrone, di cui Matteo studierà non solo le peculiarità che cambiano di Paese in Paese, ma anche gli aspetti tecnici. Perché alla fine sarà proprio lui, affiancato da otto studi di design tra i migliori del mondo, a realizzare otto sedie che alla fine dell’esperienza saranno esposte al Museo del Design di Barcellona, che da subito ha sposato il progetto di Matteo. Nella stessa occasione verrà presentato anche il libro che nascerà durante e subito dopo il viaggio, con la collaborazione del designer grafico catalano Albert Romagosa, considerato tra i più interessanti della scena emergente spagnola.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Si parte a novembre dal Brasile, per poi proseguire in Messico, Giappone, Indonesia, Cina, India, Russia, Nigeria. Per farlo, però, Matteo ha bisogno del sostegno di tutti. E restano solo cinque giorni per contribuire versando un contributo tramite la piattaforma di crowdfunding Kickstarter
7c0aaf37-2dce-4ec2-96cb-9503907a91c2
Così come hanno fatto in tanti. E anche la Fondazione OELLE – dove dopo Barcellona arriverà l’esposizione finale – che di arte e giovani, soprattutto del nostro territorio, si nutre, e che ha sostenuto l’iniziativa di Matteo economicamente e logisticamente, organizzando da ZO Centro Culture Contemporanee la presentazione del progetto, che ha suscitato l’interesse di amici e curiosi che si sono già collegati per aiutare Matteo a realizzare il suo progetto e per seguirlo in questo straordinario viaggio.

7340ab8b-67b5-44f0-a10f-17b87079f7e1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *