WonderTime porta in scena “La Musica”, con l’Ensemble Goffriler

Riflettori accesi domenica 30 settembre sull’Ensemble Goffriler, all’Arciconfraternita dei Bianchi e Reading sui quattro elementi.  Aperte al pubblico fino al 7 ottobre, anche, mostre collettive, arti visive e sculture

thumbnail_quartetto goffriler

Esperienze culturali, arte, musica e spettacoli tra emozioni e bellezza. È questo il filo conduttore di WonderTime, la rassegna internazionale di arte diffusa che dal 7 settembre sta accompagnando i catanesi in un viaggio alla scoperta di luoghi sconosciuti del centro storico, ricchi di fascino e suggestione. Domenica alle ore 21, riflettori puntati sul quartetto Goffriller ed Epifanio Comis al pianoforte, all’ Arciconfraternita dei Bianchi, Chiesa di San Martino, che eseguirà il concerto:  “Mozart, Schumann. Le melodie degli elementi”.
L’ Ensemble Goffriler, fondato da Epifanio Comis, è un gruppo strumentale costituito da musicisti docenti dell’Istituto musicale “V. Bellini” di Catania, nato dal fecondo scambio di esperienze artistiche intercorso tra musicisti di riconosciuto valore, formatisi nelle accademie di più alto livello presenti in Italia (Accademia Chigiana di Siena e Accademia Walter Stauffer di Cremona) e attivi sia nelle formazioni sinfoniche che cameristiche di maggior prestigio.
Il gruppo musicale combina l’arte di cantare, propria degli archi, con il suono del pianoforte, mirando a quel connubio perfetto che rivela le caratteristiche peculiari delle formazioni cameristiche del genere.  Punto di riferimento del quartetto è la “Rachmaninov Academy” di Catania, nella quale sono Artist in Residence.
A fare parte dell’Ensemble, Giovanni Anastasio, Violino, Alberto Salomon, Viola, Benedetto Munzone, Violoncello ed Epifanio Comis al pianoforte, sono tutti concertisti internazionali e il maestro Vito Imperato è primo violino dell’Orchestra del Teatro Massimo di Catania. A curare la direzione artistica il maestro Giovanni Cultrera.
A caratterizzare il concerto un “reading” sui quattro elementi interpretato da Francesca Ferro, Rosanna Bonafede e Francesco Maria Attardi.
“Un altro evento di caratura internazionale presso la splendida Chiesa di San Martino sede dell’Arciconfraternita dei Bianchi – commenta il Maestro Cultrera – con la presenza di straordinari musicisti di levatura internazionale, che come sempre sapranno  esaltare in modo impeccabile il genio di Mozart e Schumann”.
Il concerto è a pagamento e i biglietti potranno essere acquistati in loco.
Intanto continuano ad essere aperte al pubblico le mostre visitabili da martedì a domenica dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20 fino al 7 ottobre.
In un vero e proprio tour d’arte, è possibile andare all’ Istituto di Incremento Ippico, per visitare “Temporaryoung” e le creazioni di 18 giovani artisti.
Nella chiesa di San Giuseppe al Transito, in Piazza Maravigna, invece mostra multimediale “L’uovo Aurico” di Rossella Pezzino De Geronimo che espone anche all’ Ex Manifattura Tabacchi, con “Le quattro radici”.
Nella stessa location anche “DISINVOLTAMANIFATTURA” project – paste up on wall – di Demetrio Di Grado, “LF DESIGNERS”– Architetto Fabrizio Laneri, Ingegnere Luca Lombardo mostra di oggetti di design ispirati ai quattro elementi: Acqua, terra, aria, fuoco, e “LEGAMI” di Jano Sicura e le sue installazioni scultoree.
Alla Galleria Carta Bianca Fine Arts, NO SOLO EXHIBITION, mostra collettiva di Francesco Balsamo, Riccardo Brugnone, Zuzana Pernicová, aperta al pubblico da lunedì a venerdì dalle 17:00 alle 20:00.
Da WonderLAD, solo show MARE di Lucia Scuderi tutti i giorni da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 16.00
Lungo la via San Michele sarà possibile visitare all’interno della Galleria Arionte Arte Contemporanea, la mostra IO SONO IL VENTO di Lillo Giuliana, a cura di Daniela Brignone. Da Koart Unconventional Place, FLOWERS AND BODIES, di Massimiliano Usai a cura di Eleonora Frattarolo e Francesco Piazza e da Atelier Antonio Recca, LANDSCAPES.  Infine, da Folk And Friends Concept Store, LUCI&DESIGN e da Tabarè, IL MARE VISTO DALLA RIVA /ON SOME FARAWAY BEACH di Giovanni Kranti Lombardo.
Alla Galleria Collicaligreggi, LACRIMAE, di Andrea Santarlasci a Cura di Lorand Hegy e da Brodbeck UN LUOGO DOVE LA POESIA E’ POSSIBILE dedicata al grande artista belga Jan Vercruysse, mostra collettiva di Piero Guccione, Francesco Lo Savio, Urs Lüthi, Christoph Meier e Carmelo Nicosia.
A chiudere il tour, al Gam, Ex Convento di S. Chiara, AEQUILIBRIUM: acqua, terra, aria, fuoco mostra collettiva a cura di Daniela Arionte, all’ Ex Industria delle Calzature Ega,GALATEO ANARCHICO / ANARCHETIQUETTE, di Daniele Pario Perra e a Porta Garibaldi, installazioni realizzate da Josè Angelino, in occasione della sua residenza d’artista a Catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *