LA META CATANIA BRICOCITY HA PRESENTATO I PROGRAMMI DELLA STAGIONE 2018-2019

A Torre del Grifo Village cementata la partership con il Calcio Catania e i programmi tecnici della stagione

il patron musumeci consegna la maglia all'assess. Parisi

Emozione ed orgoglio ma soprattutto voglia ed appartenenza. La Meta Catania Bricocity ha presentato nel cuore del Centro Sportivo di Torre del Grifo, a casa Catania, la stagione 2018-2019. Serie A storica raggiunta dal club etneo in soli 4 anni con una scalata netta dalla serie C alla massima serie del futsal italiano. Un momento importante che ha suggellato anche la partnership con il Calcio Catania come ha sottolineato Vincenzo Lo Monaco, che con la World Srl insieme ad Antonio Carbone, curano il marketing della Meta Catania Bricocity: “Siamo molto felici di continuare un percorso già intrapreso con la Domusbet Catania Beach soccer – afferma Lo Monaco – la Meta Catania è la massima espressione per la nostra regione in questo sport e il passo da parte del patron Musumeci è stato accolto con grande gioia nell’ottica di un progetto di polisportiva che oggi vede già tre discipline nella massima serie ruotare intorno ai colori rossazzurri. Abbiamo dato un senso di appartenenza con il nuovo logo, il PalaCatania sarà la nostra casa delle gare casalinghe e la maglia rossazzurra ha chiuso il cerchio”.

Soddisfazione e orgoglio mostrata dal patron Enrico Musumeci prima e dal presidente Salvatore Marletta: “Oggi è un momento importante che suggella gli sviluppi e la crescita fatta dal nostro club – afferma Musumeci – in quattro anni siamo partiti dalla C ed oggi ci ritroviamo qui frutto di lavoro e ambizione. Ringrazio Vincenzo Lo Monaco e Antonio Carbone che stanno fortificando il nostro brand e soprattutto il sindaco di Catania Pogliese e la presenza dell’assessore Parisi sempre vicini alla Meta Catania”. Sulla stessa lunghezza il presidente Marletta: “Siamo in Serie A e questo è frutto di un lavoro perfetto e di eccellenze di primo livello che hanno prodotto il massimo in questi quattro anni. Adesso viene il bello in Serie A ma non ci faremo trovare impreparati”.

Dinanzi ai tanti giornalisti presenti, e a tutto lo staff tecnico e alla formazione della prima squadra, l’impegno totale preso anche dall’assessore allo sport del Comune di Catania Sergio Parisi: “La Meta Catania Bricocity è un nostro fiore all’occhiello e noi abbiamo il dovere di tutelare le realtà sportive laboriose e di successo che portano il nome di Catania in alto. Stiamo vivendo una nuova primavera sportiva con successi totali in ogni disciplina. Noi saremo sempre al fianco dello sport e il PalaCatania sarà messo nelle migliori condizioni per consegnare una location splendida alle telecamere della massima serie del futsal”.

nella foto il t.m. Giuffrida, il di.gen. Finocchiaro, l'ass.sport ct Parisi, il patron Musumeci, il pres. Marletta e Vincenzo Lo Monaco

Progetti tecnici invece illustrati dal direttore Generale l’avv. Angelo Finocchiaro e dal team manager Daniele Giuffrida: “Siamo pronti per la Serie A e quest’anno dobbiamo fare il massimo per tutelare la categoria. Non sarà una strada facile ma abbiamo tutte le carte in regola per fare bene e onorare questi colori e questa maglia. Il PalaCatania sarà la nostra casa e giocheremo le gare casalinghe il venerdì sera e siamo sicuri che i catanesi non faranno mancare il loro apporto”.

Finale dedicato alla squadra e alla sua forza sottolineata dal team manager Daniele Giuffrida: “Abbiamo allestito un roster forte e soprattutto di prospettiva con giovani talenti italiani, spagnoli e brasiliani. Abbiamo lasciato inalterato il nostro staff tecnico che ha mostrato professionalità, talento e forza. Dobbiamo premiare gli sforzi della nostra società, ma tutto viene ripagato anche dalla convocazione del nostro capitano Musumeci e dai talenti Azzoni e Di Guida. Per un club appena sbarcato nella massima serie è solo motivo di vanto. Adesso pensiamo al campionato e a fare bene con un pizzico di voglia di stupire che potrebbe rendere stuzzicante il nostro primo obiettivo chiamato salvezza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *