Test Medicina: esposto alla procura e class action, conferenza Studio Leone-Fell

Saranno illustrati a Palermo i dati obiettivi da cui emerge che, in tutt’Italia il 4 settembre scorso,  un migliaio di candidati ha utilizzato dispositivi elettronici per cercare le risposte alle domande della selezione

PALERMO 08.09.2015 - UNIVERSITA': TEST D'INGRESSO PER LA FACOLTA' DI MEDICINA. © MICHELE NACCARI/STUDIO CAMERA

Saranno illustrati a Palermo i dati obiettivi da cui emerge che, in tutt’Italia il 4 settembre scorso,  un migliaio di candidati ha utilizzato dispositivi elettronici per cercare le risposte alle domande della selezione

Domani alle 10,30 nell’hotel Ai Cavalieri, in Piazza SantOliva, 8, a Palermo, nel corso di un incontro con i giornalisti i rappresentanti dello Studio Legale Leone-Fell & Associati, con esperti di informatica ed esponenti della Rete Universitaria Nazionale, presenteranno i dati da cui emerge che, in tutt’Italia, un migliaio di candidati dei Test di Medicina del 4 settembre scorso ha utilizzato dispositivi elettronici per cercare le risposte alle domande della selezione.

Per questa e altre ragioni che saranno illustrate in conferenza stampa, lo Studio Leone-Fell ha deciso di procedere con un esposto alla Procura della Repubblica e una class action “per tutelare il diritto allo studio”.

All’incontro con i giornalisti saranno presenti gli avvocati Francesco Leone, Simona Fell e Andrea Merlo, il senatore accademico Antonio Di Naro e, in collegamento da Londra, l’esperto informatico e data analyst Antony Russo.


© Riproduzione riservata
Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *