Dopo gli Iron Maiden, a Trieste arriva Steven Tyler in concerto

Dopo il concertone degli Iron Maiden di martedì, entra ancora di più nel vivo il calendario di Live in Trieste 2018 con il secondo appuntamento in programma domani, mercoledì 18 luglio, quando sul palco della scenografica Piazza Unità d’Italia salirà una fra le più luminose icone rock di tutti i tempi, Steven Tyler

StevenIl front man degli Aerosmith sarà accompagnato in questo suo nuovo viaggio musicale da The Loving Mary Ban, portando a Trieste l’unica data del Nordest e dell’Europa dell’est del suo nuovo tour mondiale. Il calendario di Live in Trieste, che vedrà sabato 21 luglio il suo ultimo appuntamento con il concerto del genio visionario David Byrne, è organizzato da Zenit Srl, con la collaborazione di Comune di Trieste, Regione Friuli Venezia Giulia, PromoTurismoFVG. I biglietti per il concerto di Steven Tyler sono ancora disponibili sul circuito Ticketone e lo saranno anche domani alla biglietteria del concerto, dalle 16.00. Le porte al pubblico apriranno alle 18.30 in attesa dell’inizio dello show, a ridosso delle 21.00, con il support act del duo country The Sisterhood Band, formato da Ruby Stewart, figlia di Rod Stewart e da Alyssa Bonagura. A seguire il tanto atteso live di Steven Tyler, che infiammerà Piazza Unità con la sua grinta e la sua voce uniche.

Steven TylerSteven Tyler, frontman degli Aerosmith e icona della musica rock mondiale, è universalmente riconosciuto per la sua voce graffiante e potente, autentico marchio di fabbrica della star americana. Nasce a Yonkers (Stato di New York) nel 1946 in una famiglia dove la musica è la protagonista. Fin da subito questa diventa la sua unica passione, che lo spinge a suonare in diversi gruppi rock e ad esibirsi nei locali di Westchester County, dove la sua famiglia si trasferisce durante la sua adolescenza. Con la sua prima band, i Maniacs Up In Sunapee, il successo non arriva. Bisogna aspettare il 1970 quando, assieme a due amici, tra cui il chitarrista Joe Perry, formerà gli Areosmith, gruppo che in pochi anni scalerà le vette delle classifiche mondiali. Sono moltissimi gli album e le canzoni che hanno fatto la storia di questa band, permettendo a Tyler di vendere decine di milioni di copie in tutto il mondo. Dischi come “Toys in the Attic” (1975), con le bellissime “Walk this Way” e “Sweet Emotion”, “Permanent Vacation” (1987) con i singoli “Rad Doll” e “Angel”, “Get a Grip” (1993) che include le super hit “Crazy”, “Livin’ on the Edge” e “Cryin’” – il loro più eclatante successo commerciale – sono solo alcuni dei meravigliosi lavori della vastissima discografia che la band ha pubblicato. Tra le canzoni che rimarranno nella storia anche la colonna sonora del film Armageddon, “I Don’t Want To Miss A Thing”, composta dallo stesso Steven Tyler in collaborazione con la figlia Lyv Tyler. Nel 2003 esce “Walk This Way: The Autobiography of Aerosmith”, autobiografia che ripercorre le vicende fondamentali del carismatico Steven Tyler. Nel 2015, agli International Music Awards, il cantante è stato riconosciuto come “l’icona musicale più imponente di tutti i tempi”, mentre si è classificato terzo nella classifica Hit Parade tra i “cento migliori vocalist metal di tutti i tempi”. La setlist dei nuovi concerti, tra cui quello di Trieste, comprenderà tutte le più grandi hit di Steven Tyler, così come alcuni brani tratti dal suo ultimo album come solista, “We’re All Somebody From Somewhere”. Il tour, partito a giugno, sta toccando e toccherà le principali città del mondo, facendo tappa a New York, Madrid e Londra (fra le altre).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *