“Performare Festival”, chiusura con “Still There” di e con Sara Orselli

Si è conclusa ieri, domenica 1 luglio, con lo spettacolo STILL THERE di e con Sara Orselli (compagnia Carolyn Carlson), in collaborazione con Frida Vannini – Produzione Compagnia Simona Bucci, la prima edizione di Performare Festival, il festival di  danza contemporanea in corso da Zō Centro Culture Contemporanee a Catania

thumbnail_STILL THERE-Sara Orselli“Performare Festival” è stato organizzato dal Collettivo SicilyMade, facente parte dell’ Associazione culturale In Arte di Serradifalco, in collaborazione con Zō Centro Culture Contemporanee e con il patrocinio dell’Assessorato Turismo e Spettacolo della Regione Siciliana e dei Comuni di Serradifalco e di Catania.

Still There, di e con Sara Orselli, è stato anticipato dalla performance dei partecipanti al workshop tenuto dalla stessa Orselli. Disegno luci: Gabriele Termine; Direzione artistica: Simona Bucci.

Sinossi. Forme come memorie che si ripetono ostinatamente, diventando possibilità di trasformazione del vissuto. Memorie scritte sul corpo, nel corpo osservate, e ascoltate in un susseguirsi di dinamiche mutanti che trasformano e ridefiniscono i confini emotivi in un flusso inarrestabile. “La forma, anche se è completamente astratta e assomiglia a una figura geometrica, ha un suonointeriore: è un essere spirituale che ha le qualità di quella figura” (Kandinsky).

SARA ORSELLI inizia a studiare danza presso il Dance Gallery di Perugia. Prosegue la sua formazione a Isola Danza, Accademia della Biennale di Venezia, diretta da Carolyn Carlson. Danza nelle seguenti creazioni della Carlson nella compagnia della Biennale: Parabola nel 1999, Light Bringers nel 2000, J. Beuys Song nel 2001. Nel 2003 si trasferisce a Parigi dove incontra il coreografo finlandese Juha Marsalo e con il quale danza indiverse produzioni. Continua a far parte della compagnia di Carolyn Carlson con la quale danza Inanna, Water born, Eau, Present Memory, Mundus Imaginalis, Mandala, We Were Horses, Synchronicity, Now et Crossroads to Synchronicity. Nello stesso periodo è assistente di Carolyn Carlson nelle produzioni: Wash the Flowers a Lucerna (2005), LesRêves de Karabine Klaxon (2006), If to leave is to remember (Monaco 2006) Woman in a room (solo per Diana Vishneva 2013), Pneuma per l’Opera nazionale di Bordeaux (2014) e la trasmissione di If to leave is to remember per l’Opera nazionale di Helsinki (2016). Dal 2014 entra anche a far parte della Compagnia Simona Bucci, con la quale danza Enter Lady Macbeth.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *