Maggio in…forma per prevenire i tumori al seno

L’iniziativa, giunta al quarto anno e organizzata da Andos, Fondazione Marilù Tregua e Soroptimist, presentata nel Municipio di Catania. Domani un seminario pomeridiano nel Palazzo della Cultura e sabato mattina in piazza Stesicoro saranno effettuati trecento screening mammografici gratuiti

Consoli - Tregua- Tuccari - Catalano - Monterosso - Travagliante

“Per il quarto anno il Comune di Catania patrocina questa importante campagna di prevenzione: già tanto è stato fatto, ma purtroppo questo male colpisce sempre più spesso e a tutte le età”. Lo ha detto il vicesindaco di Catania Marco Consoli presentando, nella Sala Giunta del Palazzo degli Elefanti, “Maggio in…forma”, campagna di informazione e prevenzione dei tumori al seno, insieme con Francesca Catalano presidente Andos Catania, Raffaella Tregua vicepresidente della Fondazione Etica & Valori Marilù Tregua e Maria Silvia Monterosso presidente del club Soroptmist di Catania. Presenti anche Pina Travagliante, ordinario di Storia del pensiero economico dell’Università di Catania e Gaetano Tuccari, direttore del Credito Siciliano.

 “Maggio in… forma” ha l’obiettivo di sensibilizzare le donne tra quaranta e 49 anni, non raggiunte dai programmi di screening previsti dal sistema sanitario nazionale, sull’importanza di fare prevenzione. La campagna si articolerà in due appuntamenti che avranno luogo rispettivamente martedì otto maggio alle 17 nel Palazzo della Cultura e sabato 12, dalle 9 alle 13, in Piazza Stesicoro dove sarà possibile prenotare fino a trecento screening mammografici gratuiti.

È importanteha detto Consoli – parlare di prevenzione e lavorare in sinergia con associazioni e club service, ma la parte da leoni la devono fare le istituzioni pubbliche, il Comune di Catania e anche la Regione siciliana. Proiettandoci alla quinta edizione avvieremo una campagna di sensibilizzazione sui rischi legati ai tumori al seno per dare ancora più concretezza e promuovere un’azione ancora più capillare nel territorio”.

Grazie a Maggio in…forma – ha dichiarato Raffaella Tregua – sono stati riscontrati fino a oggi 15 casi positivi in giovani donne che diversamente non sarebbero stati ravvisati e curati. È ormai un appuntamento annuale che mira a ricordare alle giovani donne che la vita è un dono prezioso di cui bisogna avere cura”.

“Il Soroptmist – ha detto Maria Silvia Monterosso – rappresenta la voce dell’associazionismo femminile su progetti concreti che si rivolgono alla società e alla cittadinanza attraverso un’azione che incide sul sociale. Per queste ragioni ha scelto anche quest’anno di sostenere Maggio in…forma, che è veramente un progetto concreto a favore delle donne”.

“È importante – ha aggiunto Francesca Catalano – rivedere i piani di screening regionali e diventare una regione virtuosa come l’Emilia Romagna che ha esteso l’assistenza gratuita alle donne tra i 45 e i 74 anni, con cadenza biennale. Quest’anno daremo la possibilità alle donne tra i quaranta e i 49 anni di effettuare una mammografia, dando precedenza alle giovani che ancora sono ignare del rischio che corrono ad essere colpite dal tumore alla mammella”.

Il vicesindaco Consoli ha ringraziato gli organizzatori e gli sponsor portando i saluti del Sindaco Bianco che domani aprirà l’incontro al Palazzo della Cultura al quale prenderà parte l’assessore regionale alla Sanità Ruggero Razza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *