A Palermo l’evento celebrativo “NOI: IL CLAN DI PRIMAVERA”

XXIII Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. “NOI: IL CLAN DI PRIMAVERA”Evento celebrativo della giornata del 21 marzo: giornata mondiale della Poesia; giornata mondiale contro il Razzismo; giornata in memoria delle vittime innocenti delle mafie.  

Foto Aida

Aida Satta Flores, nell'anno in cui Palermo è Capitale Italiana della Cultura, ha deciso di celebrare, con il coinvolgimento di studenti e cittadini sensibili agli argomenti trattati, i vari anniversari che cadono in data 21 marzo, nel primo giorno di primavera, con l'evento "NOI: IL CLAN DI PRIMAVERA"

La location è assolutamente speciale: il cortile Maqueda, all'ingresso del Palazzo dei Normanni, sede del Parlamento Siciliano, in piazza del Parlamento, 1.

Aida, oltre alla propria band, (Alessandro Valenza al piano, Davide Inguaggiato al contrabbasso, Lorenzo Profita alla fisarmonica) ha coinvolto il Coro delle Voci Bianche delle Madonie , e alcuni piccoli musicisti (l'ensemble di faluti dolci) dell'I.C. "21 marzo" di Petralia Sottana, Alimena e Geraci, ed il giovane talento chitarristico Maurizio Nasello, con i quali la Satta Flores proporrà una versione particolare della sua "Qui la mafia non c'è" (prodotta dai Nomadi nel 1992, contenuta nell'album "Il profumo dei limoni") e di "Non insegnate ai bambini" di Giorgio Gaber.

Altamente significativa, inoltre, l'accoppiata musicale insieme alla Fanfara del XII Reggimento dei Carabinieri di Sicilia, diretta dal M° Maresciallo Paolo Mario Sena.

I temi che saranno evidenziati, il 21 marzo 2018 ore 11 nel cortile Maqueda Palazzo Reale: 'NOI: IL CLAN DI PRIMAVERA', celebreranno quella che per Aida è la "CULTURA" regina di tutte le Culture: LA CULTURA DELLA VITA!

 Il 21 marzo è: giornata mondiale vittime innocenti delle mafie istituita da Libera nel 1985; giornata mondiale della Poesia istituita dall'Unesco nel 1999; giornata mondiale anti-Razzismo istituita nel 1966 dalle Nazioni Unite (300 poliziotti bianchi avevano massacrato in SouthCaroline 69 manifestanti neri). 

Oltre ai tanti Dirigenti scolastici e studenti, delle Madonie e di Palermo, hanno aderito tutte le maggiori Fondazioni e Associazioni  di lotta alle mafie: Fondazione Falcone, Agende Rosse di Paolo Borsellino, Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato.

Come diceva Jean Luc Godard, "se la Cultura è la regola e l'Arte è' l'eccezione", e nel 2018 siamo cittadini della Capitale Italiana della Cultura, lanceremo il messaggio che Palermo debba diventare, perchè ne ha tutti i requisiti, Capitale Eterna dell'Accoglienza, della Pace, dell'Amore. 

Come in ogni suo concerto-spettacolo, Aida Satta Flores si avvale dell'appassionata partecipazione di artisti, maestri artigiani, e volontari di diverse Associazioni umanitarie, colorando e "abbellendo" il proprio "palco" con manufatti dell'estro Palermitano.

Grazie a: Nino Parrucca, che esporrà, in anteprima, le sue realizzazioni in ceramica dei 9 siti del Percorso Arabo-Normanno riconosciuti Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco; grazie al pittore Filippo Lo Jacono cui Aida ha affidato la "realizzazione pittorica" dei temi trattati ("Live in Harmony"; dipinto di Padre Pino Puglisi...); grazie ad Antonella Macaluso, Rossella Valenza, Antonella Cusimano, Antonella Lo Verde, e alle associazioni "Unnuovogiorno" e "Tuttinsieme". Aida indosserà anche alcuni manufatti realizzati nei laboratori dell'Istituto dei ciechi e del Pagliarelli, per i progetti "Noiconlemani" e "Micivedo".

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *