Inizia oggi il processo nei confronti di Ciancio

Concorso esterno alla mafia, oggi prima udienza per l’editore della Sicilia Mario Ciancio, difeso dagli avvocati Giulia Bongiorno e Carmelo Peluso. ciancio

Inizia oggi al Tribunale di Catania la prima udienza riguardo il nuovo processo nei confronti dell’editore del quotidiano La Sicilia Mario Ciancio Sanfilippo accusato di concorso esterno in associazione mafiosa.  La cassazione aveva annullato il proscioglimento disposto dal giudice Gaetana Bernabò Di Stefano il 21 dicembre del 2015, in quanto dispose il “luogo a non procedere” perché “il fatto non è previsto come reato” il procedimento penale è stato riaperto e si celebra oggi davanti alla prima sezione del Tribunale penale catanese. L’inchiesta della procura etnea che era sfociata all’inizio nell’archiviazione, era durata diversi anni, fino a che il Gup Luigi Barone aveva disposto la trasmissione degli atti ai Pm che avevano chiesto il rinvio a giudizio dell’imprenditore Ciancio. I pm Antonio Fanara e Agata Santonocito, hanno modificato il capo di imputazione fissando al 1982 l’inizio del presunto reato che invece prima era indefinito. La procura ha poi chiesto l’appello contro l’archiviazione. Nel frattempo il Comune di Catania aveva annunciato di volersi costituire parte civile nel processo. Da parte sua Ciancio si dice tranquillo e fiducioso nella giustizia e non ha dubbi che sarà assolto da ogni accusa. Parti civili nel processo i fratelli del commissario Beppe Montana, rappresentanti dall’avvocato Goffredo D’Antona, e l’ordine dei giornalisti di Sicilia, con Dario Pastore. L’editore è difeso dagli avvocati Giulia Bongiorno e Carmelo Peluso.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *