Polizia ferma giovani per spaccio nel catanese

Agenti di polizia hanno fermato un nigeriano per spaccio. Un uomo fermato invece per aver violato il provvedimento di violenza domestica.

polizia

Nella serata di ieri agenti di polizia hanno tratto in arresto T.N. per i reati di atti persecutori e maltrattamenti in famiglia per aver violato il provvedimento di ammonimento per atti di violenza domestica emanato a suo carico dal Questore di Catania. Sul posto gli operatori bloccavano il malvivente, che confermava di avere cercato di parlare con la ex compagna nonostante sapesse di essere destinatario della misura di prevenzione. Per tali motivi l’uomo veniva arrestato e su disposizione del P.M.  associato presso la Casa Circondariale di Piazza Lanza in attesa dell’udienza di convalida innanzi al G.I.P. Agenti di Polizia hanno tratto in arresto per il reato di evasione dagli arresti domiciliari il 19 enne pregiudicato Gabriele Simone Pulvirenti. Il giovane nonostante fosse sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari presso l’abitazione di alcuni amici e che a seguito di frequenti liti ed incomprensioni con la famiglia che lo ospitava nella mattinata aveva deciso arbitrariamente di allontanarsi per fare un giro in città. Dell’arresto veniva informato il P.M. di turno, che disponeva di associare  Pulvirenti presso le camere di sicurezza della Questura in attesa del giudizio direttissimo,a seguito del quale è stata ripristinata la misura cautelare. Ieri agenti di polizia in servizio a Caltagirone fermavano un nigeriano di 19 anni O.O le iniziali con l’accusa di spaccio di sostanza stupefacente. L’extracomunitario aveva ceduto la sostanza ad un cliente trovato in possesso di una canna in via Minosse.  Il nigeriano è stato perquisito dagli agenti di polizia e trovato in possesso di 5 grammi di marijuana e di altra droga trovata presso la comunità dove era collocato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *