Biancavilla: Arpa, rientrano valori diffusione amianto nell’aria

Fluroedenite nell’aria, l’Arpa: “valori rientrati”. Glorioso: “frutto dei lavori fatti, adesso bonifica delle abitazioni private”

1

Nel nuovo rapporto di qualche settimana fa l’Arpa conferma che, dopo un monitoraggio sviluppato in 8 anni con un migliaio di campionamenti, i valori di diffusione della fluoroedenite nell’aria sono rientrati e la concetrazione nell’aria è al di sotto del parametro di 1 fibra/litro.

Il rispetto dei valori previsti dalle norme era già stato annunciato, nell’ottobre scorso, durante un vertice al Comune tra il sindaco Pippo Glorioso e le ricercatrici del Ministero Laura D’Aprile e Federica Paglietti che avevano sottolineato come “il caso Biancavilla è stato annoverato, in America, tra gli esempi positivi a livello mondiale per la bonifica e la qualità dell’aria i cui valori, vent’anni fa, erano dieci volte superiori alla media europea”.

Adesso, il rapporto dell’Arpa e per il sindaco Glorioso si tratta di una “notizia positiva che conferma come gli interventi di bonifica, programmati in questi anni, abbiano dato i frutti sperati”.

Dai dati dell’Arpa emerge un altro dato sui lavori della fibra ottica in diverse zone della città.

“Dai rilievi dell’Arpa sui lavori della fibra ottica non è stata riscontrata alcuna anomalia – sottolinea Glorioso – non c’è stata alcuna dispersione nell’aria e questo significa che i nostri accorgimenti hanno funzionato e che pure a Biancavilla è possibile fare sviluppo e innovazione”.

Glorioso accende i riflettori pure su un altro aspetto della bonifica di fluoroedenite che riguarda le case della gente.

“C’è già alla Regione il finanziamento di 12 milioni di euro per Monte Calvario – spiega Glorioso – ma, adesso, occorre pensare al prossimo step, quello della bonifica degli intonaci delle abitazioni dei privati. Su questo bisognerà lavorare nei prossimi anni, per debellare definitivamente la diffusione del minerale killer”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *