L’Arrampicata Sportiva chiude in bellezza il “Made In Sud”

Epilogo più che soddisfacente per la sezione “Arrampicata Sportiva” del CUS Catania, nella tappa finale del circuito “Boulder Made in Sud”, trofeo articolato in terra lucana e pugliese ed in ultima analisi nel siracusan che ha coinvolto atleti provenienti da diverse regioni meridionali tra cui Sicilia, Campania, Basilicata, Puglia e Molise

1

Epilogo più che soddisfacente per la sezione “Arrampicata Sportiva” del CUS Catania, nella tappa finale del circuito “Boulder Made in Sud”, trofeo articolato in terra lucana e pugliese ed in ultima analisi nel siracusan che ha coinvolto atleti provenienti da diverse regioni meridionali tra cui Sicilia, Campania, Basilicata, Puglia e Molise. L’appuntamento conclusivo ha avuto luogo domenica 14 Gennaio a Siracusa nella palestra dell’ASD Gruppo Roccia ed ha visto al via ben 95 partecipanti. Ottime prestazioni per gli atleti e le atlete del CUS. Nella gara femminile tris cusino grazie al primo posto di Teresa Cirelli, seguita da Silvia Abate e Clara Vinci. Nella gara maschile da segnalare il secondo posto di Stefano Fragapane. La classica di giornata, unitamente a quella delle precedenti gare, ha determinato il ranking finale. Ed anche in questo caso il CUS Catania ha colto degli importanti successi. Silvia Abate, infatti, si è aggiudicata la classifica finale del “Made in Sud”, precedendo Eugenia Pistarà e Clara Vinci (entrambe tesserate del Centro Universitario Sportivo catanese). Tra gli uomini sesto posto per Paolo Pennisi e settimo per Gianluca Palumbo. I riscontri positivi hanno di fatto premiato il lavoro dei tecnici Andrea Sisalli e Davide Mandrà.

Soddisfazione anche per Clara Cristaudo, Responsabile della Sezione Arrampicata Sportiva del CUS Catania: “L’evento è stato indubbiamente un successo. Tanti giovani e tanti atleti della specialità “outdoor” si sono cimentati con piacere in questo trittico di gare. Davvero apprezzabili nel complesso le prestazioni delle nostre atlete e dei nostri atleti. Silvia Abate ed Eugenia Pistarà hanno confermato l’ottimo momento di forma in vista della Coppa Italia. Un plauso anche a Teresa Cirelli e Clara Vinci che hanno dato saggio della loro bravura. Tra i ragazzi Paolo Pennisi ha ben figurato, dimostrando ampi margini di crescita. Altrettanto bene ha fatto anche Gianluca Palumbo, a riprova di un rendimento sempre più continuo. Il bilancio, dunque, non può che essere positivo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *