Stadio “Massimino”: consegnato alla città il murales con i ritratti delle 50 personalità della storia del Catania calcio

Il sindaco Bianco: “In questa iniziativa, unica nel suo genere in Italia, c’è un grande valore sportivo ma c’è anche un importante valore civile che dimostra l’amore nei confronti di questa città”. La giunta comunale ha deliberato estendere il murales anche alle altre aree dello stadio

1

“In questa iniziativa, unica nel suo genere in Italia, c’è un grande valore sportivo ma c’è anche un importante valore civile che dimostra l’amore nei confronti di questa città”. Così il sindaco di Catania Enzo Bianco, consegnando alla città il gigantesco murales sul perimetro esterno della Curva Sud e della Tribuna B dello Stadio “Angelo Massimino” con i ritratti delle cinquanta personalità di spicco della storia del Catania calcio.

“Non c’è stadio in Italia – ha detto ancora Bianco – e forse anche nel mondo che abbia un murales di centinaia di metri quadri nel quela sono raffigurati molte delle grandi glorie di Catania: dai presidenti Marcoccio e Massimino, agli allenatori, ai giocatori anche quelli dei tempi più recenti come Baiocco e il Papu Gomez. Celebriamo un grande passato ma con l’augurio di un grande futuro. Oggi Catania soffre dal punti di vista calcistico ma bisogna fare in modo che ritorni ai suoi livelli. Abbiamo cominciato con la Tribuna B ma abbiamo deliberato per estendere il murales anche alle altre aree dello stadio”.

Con il sindaco Bianco c’erano l’assessore al Decoro Urbano Salvo Di Salvo e gli artisti che hanno realizzato, Graziella Consoli e Andrea Marusic, quest’ultimo noto anche per il ritratto di Candido Cannavò nell’omonimo piazzale. Presenti anche Antonio Pulejo della CMC, sponsor dell’iniziativa, l’ex calciatore del Catania Davide Baiocco, il direttore dell’Accademia di Belle Arti Virgilio Piccari.

2

“Una iniziativa – ha aggiunto l’assessore Di Salvo – all’insegna di legalità e civiltà, in uno dei luoghi più importanti dove si celebra lo sport che deve essere momento aggregazione e divertimento. Ma non finisce qui: come ci è stato proposto andiamo avanti in altri parti dello stadio”.

Il progetto di Marusic era stato scelto da una giuria di esperti tra i sei presentati da importanti artisti di Urban Art. La giuria – che ha operato a titolo gratuito – era composta, oltre che da Biagio Bisignani, direttore dell’Urbanistica del Comune, da Santo Buccheri per l’Ordine degli Architetti, dal giornalista Daniele Lo Porto, segretario provinciale dell’Assostampa, da Virgilio Piccari, direttore dell’Accademia di Belle Arti e da Filippo Fabio Solarino, curatore di “Tutto il Catania minuto per minuto”.

Proprio da quest’ultima pubblicazione e dalle organizzazioni “Quelli del ‘46-Radio Lab” e “Comitato Géza Kertész” era venuta la proposta, dalla Giunta comunale con un’apposita delibera, di realizzare sul Massimino grandi murale raffiguranti cinquanta personalità di spicco della storia del Catania calcio scelte attraverso un sondaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *