Crowdfunding, sportivi finanziano progetto per riqualificare quartiere di Picanello a Catania

“Picabello”, a pochi giorni dal lancio sulla piattaforma ha conquistato il cuore degli sportivi catanesi. Il progetto solidale è stato infatti adottato dall’associazione sportiva dilettantistica “FitnessDay” e dall’associazione “Gruppo Sicilia” capitanato da Gabriella Aiosa.

Progetto Il nostro spazio a Picabello

Picabello”, a pochi giorni dal lancio sulla piattaforma ha conquistato il cuore degli sportivi catanesi. Il progetto solidale – che vede la riqualificazione degli spazi dell’oratorio della Parrocchia San Giuseppe in Ognina di via Grasso Finocchiaro (a Catania) – è stato infatti adottato dall’associazione sportiva dilettantistica “FitnessDay” e dall’associazione “Gruppo Sicilia” capitanato da Gabriella Aiosa.

«Il 16 dicembre organizzeremo la prima edizione di “Bene#fit” – spiega Carmen Di Dio, presidente dell’associazione – un evento gratuito nei locali di Land (Nuova Dogana), che dalle 15 alle ore 20 vedrà coinvolti 15 istruttori di molteplici discipline: pilates, spiderap, aerobox, pound, functional, training e gag. Avevamo già deciso di devolvere il ricavato in beneficenza (con una quota libera dei partecipanti): non appena siamo venuti a conoscenza del progetto lanciato da Padre Arquímedes Sánchez Ginés e dai suoi confratelli, per la creazione di un’area ludico-sportiva dedicata ai ragazzi nel cuore del quartiere di Picanello, non abbiamo avuto dubbi. “Picabello” verrà sostenuto da tutti coloro che amano lo sport, condividendone appieno i valori che lo guidano».

L’invito dunque è rivolto a tutti coloro che, con la loro presenza, potranno trascorrere insieme un sabato natalizio che coniuga divertimento, passione e solidarietà. «Adesso l’obiettivo più importante è quello di raggiungere il budget della campagna – continua Di Dio – ovvero 1.530 euro che serviranno per l’acquisto degli strumenti utili per migliorare gli spazi dell’oratorio. Siamo certi che il calore e la presenza degli sportivi che seguono la nostra associazione ci consentirà di coprire tutti i costi, per restituire alle nuove generazioni un luogo rinnovato e rigenerato».

Piccoli contributi per progetti concreti, tangibili, a supporto del territorio: per valorizzare la Sicilia e i suoi luoghi. Parola della #gentelaboriusa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *