Inter, “Mercato is coming”. I neroazzurri guardano già a gennaio

La squadra di Spalletti gira bene ma ha una panchina corta. Ausilio e Sabatini potrebbero regalare all’ex tecnico della Roma qualche innesto nella prossima sessione di mercato 092156266-2955d658-cc5e-4490-8001-00a7b46fc81a

Fino ad oggi la versione “Spallettiana” dell’Inter è piaciuta a tutti, interisti e non. La squadra sembra aver trovato la sua dimensione, incanalando fino ad oggi un bottino impressione di 10 vittorie, 3 pareggi e 0 sconfitte nelle 13 gare disputate fino ad oggi in campionato. Un cammino incredibile, che si riflette nella posizione in classifica della squadra milanese, seconda dietro solo al Napoli. A dirlo ad agosto, pur non mettendo in discussione le indubbie qualità di Spalletti, tutto ciò sarebbe sembrato utopia. Gli acquisti però, non sensazionalistici ma funzionali, dei vari Skriniar, Vecino e Valero hanno permesso all’allenatore di costruire una squadra quadrata, forte e ben messa in campo, il cui unico limite forse è la mancanza di alternative. Se è vero che a centrocampo i nerazzurri possono permettersi di lasciare fuori giocatori del calibro di Joao Mario e Brozovic, è anche vero che in altre zone del campo le alternative scarseggiano e non poco. In difesa, oltre ai due titolari Skriniar e Miranda, c’è il solo Ranocchia, trattenuto dopo i vari prestiti proprio per mancanza di altre scelte, giusto per fare un esempio. Per questo non è impensabile che Sabatini e Ausilio possano, qualora trovassero delle occasioni valide, intervenire a gennaio sul mercato per dare nuova linfa alla squadra di Spalletti aggiungendo qualche tassello in più.

AAA CERCASI DIFENSORE – Il grande sogno di fine estate scorsa dell’Inter si chiama Mustafi. L’ex Samp alla fine è rimasto a Londra, sponda Arsenal, ma non è escluso che i nerazzurri non possano nuovamente ribussare alle porte dei Gunners per il tedesco. Difficile dire se però il centrale potrà partire già a gennaio. L’Inter non ha comunque particolari premure: Skriniar è ormai inamovibile, Miranda una garanzia. Certamente non verranno fatte follie per una pedina che sarebbe solo un’alternativa ai titolari. Per questo i nerazzurri potrebbe valutare anche un’altra opzione: anticipare i tempi per Bastioni. Il promettente ragazzo è stato acquistato dall’Atalanta la scorsa estate, squadra dove – secondo gli accordi – dovrebbe rimanere per altre due stagioni. Non è da escludere che l’Inter possa anticipare i tempi, qualora ce ne fosse la necessità, e portare a Milano il ragazzo già a gennaio.

FANTASIA – Il modulo scelto da Spalletti potrebbe valorizzare e non poco le qualità di un fantasista. Per questo i nerazzurri sarebbero nuovamente sulle tracce di Pastore che, dal canto suo, sembrerebbe non disdegnare l’opportunità del ritorno in Italia. L’agente dell’ex Palermo ha fatto capire che il suo assistito vorrebbe poter trovare più spazio per guadagnarsi una maglia con l’Argentina per i Mondiali e, se i nerazzurri dovessero chiamare, chissà. Altra possibilità concreta quella che porta al brasiliano Ramires, ex Chelsea e di proprietà del club cinese che appartiene proprio alla famiglia Zhang. Inutile dire che, qualora Spalletti volesse, gli Zhang potrebbero decidere di spostare il brasiliano a Milano e dare così un uomo in più al centrocampo nerazzurro.

USCITE – Chi potrebbe lasciare l’Inter è Joao Mario. Il portoghese non ha mai nascosto la volontà di giocare e le sue chance si stanno riducendo a pochi minuti partendo dalla panchina. Del resto il trio Valero-Vecino-Gagliardini non sta sbagliando e cambiare le cose potrebbe essere un azzardo. Per questo l’ex Sporting potrebbe anche spingere per una cessione (PSG?) a gennaio. Discorso simile anche pe Brozovic, anche se difficilmente i nerazzurri si priveranno di entrambi i giocatori.

Immagini collegate:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *