Alla sala Magma di Catania con “No, non sono Molly Bloom”

Il Centro Magma ripropone, un vecchio cavallo di battaglia, “No, non sono Molly Bloom” che debutterà venerdì 24 novembre (ore 21), sarà replicato nei giorni di sabato 25 (ore 21), domenica 26 (ore 18,30) e nel successivo fine settimana.

IMG_2072r

Per la rassegna – tutta al femminile – dedicata alla memoria di Vanessa Favara, il Centro Magma ripropone, nella propria omonima sala, un vecchio cavallo di battaglia, “No, non sono Molly Bloom” di Giuseppe Mazzone, andato in scena in prima assoluta nel 1999 con gran successo di pubblico e critica.

Salvo Nicotra, che firmò già la regia di allora, ha deciso di rilanciare la sfida con un nuovo allestimento e una nuova interprete, Barbara Cracchiolo (autrice anche delle coreografie e dei costumi; nelle foto) già vista recentemente, nella storica omonima sala off di via Adua n. 3, come protagonista di “Medea” diretta da Gianni Scuto.

Le musiche, originali come da tradizione, sono di Eugenio Arezzo; direttore di scena è, ancora una volta, Orazio Indelicato.

Lo spettacolo che debutterà venerdì 24 novembre (ore 21), sarà replicato nei giorni di sabato 25 (ore 21), domenica 26 (ore 18,30) e nel successivo fine settimana.

Giulia, la protagonista – com’è descritta dall’autore – «è una donna dell’età media giusta, una donna che ha amato, ama e può ancora amare…», la quale sembra avere un appuntamento con qualcuno o con qualcosa. Passeggia, s’immerge nei suoi pensieri, nei suoi ricordi, nei sogni, nelle evocazioni, nelle allucinazioni; a poco a poco il dialogo con se stessa diventa sempre più sorprendente e avvincente, conducendo a un finale assolutamente eclatante e inatteso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *