A Mascalucia il trofeo ciclistico a Beppe Distefano

È stata presentata nell’Aula consiliare del Municipio la prima edizione del Trofeo ciclistico, Città di Mascalucia dedicato a “Beppe Distefano” che avrà luogo domenica 3 settembre a Mascalucia.

Trofeo ciclistico (1)

È stata presentata nell’Aula consiliare del Municipio la prima edizione del Trofeo ciclistico, Città di Mascalucia dedicato a “Beppe Distefano” che avrà luogo domenica 3 settembre a Mascalucia.

L’evento è organizzato da “Etna team bike & Libertas ciclismo” con il patrocinio del Comune di Mascalucia e in collaborazione del Comune di San Pietro Clarenza. Parteciperà il Gruppo Sportivo Toscano di Giarre, Esordienti F.C.I. A spiegare il Trofeo è stato Matteo Buscema.

Il percorso si estende su un circuito cittadino di 3.150 mt da ripetersi più volte

La partenza è prevista in via Etnea (Bar Oltre), quindi si attraverseranno le vie Roma, Polveriera, A. Munzone con ritorno in via Etnea.

Lo “stacco” della bandierina avverrà alle ore 15 e si dividerà per batterie.

La 1ª Batteria  Esordienti F.c.i. percorrerà 9 giri; la 2ª  Batteria Amatori: Debuttanti, Veterani 2, Gentleman 1, Gentleman 2, Super Gentleman 1, Super Gentleman 2, Donne percorrerà 13 giri e infine la 3ª Batteria Amatori: Junior, Senior 1, Senior 2, Veterani 1 percorrerà 15 giri.

«È da 13 anni che a Mascalucia non si disputa una gara ciclistica – ha sottolineato il sindaco, Giovanni Leonardi -, ci piace, con questo evento, ricordare una persona a noi molto cara, Beppe Distefano. Lo sport oltre ad alimentare l’aspetto agonistico ci educa sotto il profilo umano. Ringrazio tutti coloro che si sono prodigati per l’organizzazione di questa manifestazione».

Presenti il consigliere Giovanni Consoli che ha sostenuto l’iniziativa, l’assessore al Bilancio Michelangelo Sangiorgio, il vice sindaco Fabio Cantarella che ha puntualizzato: «come questi siano sono momenti importanti – ha detto – perché oltre ad un possibile ritorno anche economico, la gente si riappropria del proprio centro storico».

Presente anche il sindaco di San Pietro Clarenza, Giuseppe Bandieramente: «il Comune di San Pietro Clarenza – ha annunciato –  collaborerà col Comune di Mascalucia in merito all’evento attraverso i nostri volontari. – ha detto – Beppe Distefano fu alunno di mio padre e partecipare all’evento ha per me una duplice funzione, quella sportiva e quella emotiva».

Organizzatore Rosario Nicoloso, appassionato di ciclismo, «questo è un evento molto importante per lo sport a Mascalucia – ha commentato -; lo abbiamo dedicato ad uno sportivo mascaluciese che non fu ciclista ma un amante dello sport dell’aria. Ringrazio il sindaco Leonardi, il vice sindaco Cantarella e l’assessore Sangiorgio oltre al Comandante della Polizia locale, Zuccarello. Per noi questo evento sarà un trampolino di lancio per altre esperienze più gratificanti.».

La viabilità e la sicurezza saranno coordinate dal Comandante della Polizia locale, Carmelo Zuccarello. Fra il numeroso pubblico anche Andrea Bruno e Matteo Romano due giovanissime promesse del ciclismo coordinati da Salvo Toscano.

Chi era Beppe Di Stefano?

«Una vita dedicata alla famiglia e al lavoro e alla passione per il volo con il parapendio. 

Beppe Di Stefano è deceduto, a 55 anni, dopo essersi schiantato sulle rocce di monte Maganoce, nella zona del lago di Piana degli Albanesi, dopo che si era lanciato con il parapendio nella zona di Bolognetta, insieme ad altri amici, per arrivare al lago di Piana degli Albanesi e tornare indietro. Ma all’altezza di Monte Maganoce avrebbe avuto un problema con la vela precipitando sulle rocce sottostanti». 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *