L’Inter espugna l’Opimpico. Roma imprecisa e sfortunata

La squadra di Spalletti prende i tre punti all’Olimpico grazie alla grande prestazione del suo capitano e vola in testa alla classifica. Roma imprecisa e sfortunata: colpiti tre pali

icardi_inter-630x415

Parlare di favorite per la lotta scudetto alla seconda giornata di campionato forse è un’esagerazione madornale, ma certamente l’Inter vista all’Olimpico ha sorpreso per grinta e per il ritrovato e rinnovato equilibrio tattico.

Spalletti tornato all’Olimpico da ex gioca un brutto scherzo alla ‘sua’ Roma e trascinato da un super Icardi, autore di una doppietta passa in rimonta all’Olimpico lasciando l’Inter in vetta alla classifica: non succedeva dal 2008. La Roma stanca e sfortunata resta a guardare, chiudendo il match con un 1-3 pesante in proiezione Champions.

E’ stata, al di là del risultato finale, una vittoria sofferta al termine di una gara da due volti. La Roma decisamente superiore nella prima ora di gara segna col solito Dzeko e legittima il vantaggio colpendo per ben tre volte i pali. L’ultima mezz’ora però è una vera sofferenza. Tra i neroazzurri sale in cattedra Icardi che con due perle da grande centravanti prende per mano la squadra nerazzurra dandole forza e coraggio per una rimonta insperata. Uno stillicidio di gol al 23′ e 32′ per l’argentino su cui Fazio, Manolas e Juan Jesùs sono impotenti. Vecino chiude i conti, ma la gara ormai era praticamente finita.

romainter-13_1102260Photogallery

RESOCONTO DEL MATCH – Parte meglio l’Inter, con scambi veloci e meno imballata nella manovra. La Roma non riesce a trovare le misure agli avversari sfiorando lo svantaggio in due occasioni con Icardi e Perisic. Il primo squillo vero è pero del giallorosso Fazio che sotto misura non riesce ad impattare con il pallone per l’ostruzione da parte di Skriniar. Risponde subito l’Inter al 12′ con Icardi che spreca incredibilmente a due metri dalla porta calciando a lato dopo un assist perfetto di Perisic. La risposta della Roma arriva con una botta al volo dalla distanza di Kolarov che colpisce il palo alla destra di Handanovic e spaventa gli ospiti che arretrano il proprio baricentro. Passa solo un minuto e la Roma passa Dzeko innescato da un perfetto lancio in verticale di Nainggolan. Il centroavanti stoppa di petto ed insacca al volo il vantaggio giallorosso. La replica dell’Inter stenta ad arrivare e si limita ad un timido colpo di testa di Borja Valero su cross di Candreva. Troppo poco per spaventare la retroguardia di casa con un Fazio più che convincente e un Kolarov risulterà alla fine del match uno dei migliori in campo. La Roma sulle ali del gol continua a spingere sull’acceleratore ma prima Defrel e poi Dzeko falliscono il bis. L’Inter risponde con Candreva e il solito Perisic che provano ad impensierire Alisson con due conclusioni troppo centrali. I capitolini si affidano in mezzo al campo a Nainggolan e proprio il belga al 40′ è sfortunato nel colpire il secondo palo della serata giallorossa con un destro potente dal limite che lascia di sasso Handanovic. L’ultima occasione del primo tempo capita è di Icardi che trova un tiro angolato su cui Alisson devia d’istinto in modo decisivo.

La Roma parte meglio nella ripresa, più tonica e aggressiva. Perotti e Dzeko hanno subito due occasioni per aumentare il vantaggio ma le sprecano malamente. Inizia la ruota di cambi con Dalbert al posto di Nagatomo e El Shaarawy al posto di uno spaesato Defrel tra i giallorossi. Al 55′ la Roma protesta per un contatto da rigore fra Skriniar e Perotti ma Irrati decide di non utilizzare il Var. Passano dieci minuti e arriva il terzo clamoroso legno colpito dalla Roma con Perotti. Al 67′ arriva però il pari interista con Icardi che sfrutta al meglio un assist in profondità di Candreva. La partita si anima con la Roma a caccia del nuovo vantaggio. El Shaarawy al 68′ imbeccato da un lancio di Perotti supera Handanovic ma trova la decisiva deviazione di Dalbert. Nainggolan spreca ancora pochi minuti dopo una buona occasione per il vantaggio e sul capovolgimento di fronte del match arriva il vantaggio dell’Inter che porta ancora la firma di Icardi, bravo a sfruttare un cross basso di Perisic sul quale Fazio arriva in ritardo. Di Francesco inserisce Under al posto di De Rossi ma è l’Inter a chiudere il discorso in contropiede con Vecino, bravo ad anticipare Manolas sul secondo assist della serata di Perisic.

Quello che sembrava un ritorno amaro per Luciano Spalletti e Walter Sabatini si è tramutato, davanti agli occhi di un Totti in tribuna, in un trionfo inatteso che conferma l’Inter tra le prime della classifica e dà tempo al tecnico toscano per lavorare tranquillo, mentre Di Francesco dovrà lavorare bene e in fretta per riprendere in mano la situazione prima che l’ambiente si riscaldi.

6f66069b91b752f8faa33429a4839bf5

Al termine della partita parla l’autore della rimonta neroazzurra Mauro Icardi: “Vincere partite così è un ottimo segnale. Non sono un eroe, abbiamo fatto tutti assieme un grande secondo tempo. Il primo tempo non è andato benissimo perché eravamo un po’ molli, poi siamo riusciti a pressarli alti ed è arrivato il risultato. Ci sono cose che facciamo bene, altre meno bene; stiamo lavorando per giocare da squadra ci stiamo abituando ai nuovi meccanismi che ci chiede Spalletti e i risultati rispetto alla passata stagione vedono”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *