La Nave Durand De La Penne ad Augusta

Il 24 agosto il Cacciatorpediniere Luigi Durand De la Penne è entrato in porto ad Augusta per una breve sosta logistica al termine dell’incarico di flagship dell’operazione “Mare Sicuro” (O.M.S.), assunto durante la campagna d’istruzione 2017 degli allievi 2^classe dell’Accademia Navale partita da Taranto l’11 agosto.

durand-de-la-penne

Il 24 agosto il Cacciatorpediniere Luigi Durand De la Penne è entrato in porto ad Augusta per una breve sosta logistica al termine dell’incarico di flagship dell’operazione “Mare Sicuro” (O.M.S.), assunto durante la campagna d’istruzione 2017 degli allievi 2^classe dell’Accademia Navale partita da Taranto l’11 agosto.

Questa esperienza a bordo di una “Nave grigia” si sta dimostrando di rilevante importanza per consentire ai futuri ufficiali di entrare in contatto con i team funzionali di bordo, con le apparecchiature per la condotta della navigazione, gli apparati di telecomunicazioni radio e satellitari, oltre ad un complesso sistema di combattimento e di piattaforma.

L’impatto con la vita operativa non si è fatto poi attendere: durante il periodo di attività infatti, i cadetti hanno affiancato il personale dell’equipaggio della Nave nell’attività di presenza e sorveglianza in un’area strategica importante, così come nelle attività quotidiane fatte di servizi di guardia in Plancia, in Centrale operativa di Combattimento e di Piattaforma, osservazioni astronomiche, attività sportive e briefing d’indottrinamento.  

Al termine della sosta ad Augusta Nave De La Penne, al comando del capitano di vascello Fabrizio Rutteri, proseguirà la Campagna d’Istruzione 2017 toccando i porti del Pireo (Grecia), Odessa (Ucraina), Varna (Bulgaria) e Aksaz (Turchia), con il compito di portare l’eccellenza italiana all’estero attraverso l’organizzazione di eventi culturali e di promozione, in collaborazione con le rappresentanze diplomatiche nazionali nei Paesi ospitanti.

La Campagna d’istruzione degli allievi Ufficiali 2^ classe terminerà a Livorno il prossimo 23 settembre, insieme a Nave Amerigo Vespucci, Nave Palinuro e alle unità a vela minori della Marina Militare tutte impegnate nell’addestramento del personale della Forza Armata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *