Siracusa: “Feste Archimedee” con la presenza di grandi artisti

Dall’1 all’8 luglio a Siracusa tornano le “Feste Archimedee”, una manifestazione ideata da Carlo Gilistro ed Edda Cancelliere, dedicata all’esaltazione del genio giovanile, l’ultima serata culminerà con il concerto di Arisa.

download (2)

Dall’1 all’8 Luglio, otto giorni di intrattenimento culturale, di musica, arte, scienza dedicata al talento e al genio giovanile per eleggere Siracusa quale capitale Mediterranea dell’infanzia e dei giovani.

Le Feste Archimedee nascono nel 2012 da una Idea di Carlo Gilistro, pediatra siracusano, che con l’incontro con Edda Cancelliere, insegnante siracusana, danno vita ad un evento capace di coniugare Arte e Scienza, di studiare il mondo dell’infanzia e dell’adolescenza attraverso un congresso internazionale di pediatria e neuropsichiatria infantile e di mettere in luce il talento e il genio giovanile con un festival a loro dedicato.

Otto giorni di eventi che richiamano ogni anno decine di migliaia di persone a Siracusa, nell’isola di Ortigia, cuore  della città e dal 2005 patrimonio dell’umanità.

Diverse sono le sezioni del Festival e spaziano dalle arti alle scienze ospitando così una molteplicità di performance in grado di raccogliere un vastissimo pubblico.

Tra i cortili, le strade, le piazze della splendida Isola di Ortigia si potrà assistere dalle 19 alle 24 a laboratori didattici, mostre, spettacoli teatrali e di danza ma anche musica e arti figurative.

19466717_1740106466006984_832740771169080771_o-700x935

Coinvolti anche i più piccoli ai quali il Festival ha voluto dare un ruolo privilegiato occupandosi quest’anno della scuola come tema principe.

All’interno del programma anche giornate di studio caratterizzate da un altissimo livello e da un rilevante interesse scientifico nazionale.

Grande parata in Ortigia con la Banda della Città di Siracusa, la sezione giovanile dell’Accademia d’arte del dramma antico della Fondazione Inda, delle campionesse siciliane di twirler “Le Ceciliane”, della Conturband Street Band, del gruppo Val d’Akagras, con la partecipazione del Piccolo Grande Coro di Titò.

Alle 21:00, la presentazione del programma delle Feste Archimedee, nel cortile del palazzo dell’ex Provincia di via Roma.

Tra le “chicche”, la “Città infinita”, nella chiesa di San Cristoforo, laboratorio creativo dalle grandi suggestioni e con un particolare sistema di illuminazione. Ci saranno, poi, in giro per il centro storico, spazi autogestiti dai giovani, angoli in cui ci si potrà esibire, per tirar fuori il proprio talento.

feste-archimedee-siracusa-times-2-620x264

Il vero e proprio contest, per la ricerca del talento giovanile è fissato per lunedì 3 luglio alle 16:00, ed in seguito, alle 21:00, si trasformerà in vero e proprio spettacolo.

Anche quest’anno, grandi artisti, da Eugenio Finardi, a Mauro Ermanno Giovanardi, da Richard Smith, storico chitarrista dei Police, a Francesco Buzzurro e Giuseppe Milici. Poi, per la lirica la “Callas dei giorni nostri”, Desirée Rancatore, sabato 2 luglio.

Dal 4 luglio fino al 6 l’esposizione dei lavori realizzati dai bambini dai 6 anni in su. I più piccoli saranno impegnati in 3 attività specifiche: i mosaici realizzati con i cristalli di sale, grazie ai maestri Infioratori di Noto che sul pavimento della piazza disegneranno i bozzetti da riempire poi con il sale; ‘gocce di mais’, mosaici realizzati con i chicchi di mais e, infine, ‘la casa degli uccelli’. Grazie alla collaborazione con Brico Center, i bambini costruiranno un albero e la relativa casa per gli uccelli con materiali riciclati (bottiglie, legno etc).

Sempre il 6 luglio, l’attesissima “Battaglia delle idee. Pensatori si cresce e non si nasce. Match filosofico tra due squadre di giovani studenti sui grandi temi della vita”, con Stefano Moriggi, filosofo della scienza dell’Università di Milano Bicocca, e Marco Dallari, pedagogista dell’Università di Trento. L’iniziativa è sostenuta dalla Fondazione di Comunità Val di Noto.

19437275_1738214889529475_8622085168807467743_n-700x525
Tra venerdì e sabato sarà Piazza Duomo il cuore delle Feste con il Gran Galà condotto da Flaminia Belfiore e i grandi ospiti: Mario Venuti, Mariella Nava, Giulio Scarpati, Andrea Vianello, Carlo Muratori, Giovanni Andrea Zanon, Arisa.
Giulio Scarpati e Andrea Vianello incontreranno anche i giovani siracusani per raccontare le loro esperienze professionali, venerdì 7 luglio, al Palazzo della Provincia di via Roma rispettivamente alle 18:30 e alle 20:00.

Il Festival ha già raccolto moltissime adesioni, da parte di scuole, associazioni e privati.

È di sicuro un progetto molto ambizioso, scendere in piazza per diffondere cultura non è semplice ma questo Festival è riuscito negli anni a fare rete  non solo con gli eventi ma con capacità progettuale, che riesce ad integrarsi e a diffondersi con efficacia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *