1° Festa dei Cantastorie sullo Stretto

L’arte dei Cantastorie che apparentemente sembrava essere in estinzione, nasconde invece la presenza di numerosi cantastorie e/o cantori nel nostro territorio. Si terrà la 1° Festa dei Cantastorie sullo Stretto, il 7 luglio ai Monti Peloritani a Messina mentre l’8 e 9 luglio al Parco Ecolandia di Catona (RC).

1° Festa dei Cantastorie sulllo Stretto

L’arte dei Cantastorie che apparentemente sembrava essere in estinzione, nasconde invece la presenza di numerosi cantastorie e/o cantori nel nostro territorio, che si sentono ancora liberi e fieri di testimoniare la propria terra e le proprie origini, in una rappresentazione artistica tra musica e teatro legata alla tradizione.

Il desiderio di salvaguardare questa figura, che da Omero in poi resiste ancora ma che mai come oggi rischia di scomparire nel mondo attuale della globalizzazione, ha fatto nascere l’esigenza di una unità operativa di coordinamento dei Cantastorie, chiunque essi siano e da dovunque essi provengano, per far si che si sviluppi una rete globale che riesca a tenere viva ed attuale l’attività del Cantastorie.

Si è così concretizzata la candidatura della figura del Cantastorie a Patrimonio dell’umanità Unesco, che ha da subito suscitato consensi e riconoscimenti negli ambienti artistici e culturali e che ha fatto nascere l’Unione Cantastorie che racchiude in se già tantissimi artisti duosiciliani e non solo.

La necessità di sostenere la candidatura del Cantastorie a Patrimonio dell’Unesco, che rappresenta un’importantissima occasione di dimostrare l’identità e la ricchezza culturale della nostra terra, ci spinge ad entrare in scena per dimostrare al grande pubblico, la grandezza e la bellezza di quest’arte antichissima.

Per questo nasce il progetto di una rete di festival di Cantastorie da realizzare nei luoghi simbolo e più rappresentativi del nostro territorio, che abbiamo attentamente identificato e che saranno essi stessi protagonisti nella prossima stagione estiva.

Gli eventi saranno il più possibile pubblicizzati e promossi su scala locale, nazionale ed internazionale perché l’intento è quello di far emergere l’eccellenza di luoghi e culture, affinché sia da sostegno alla candidatura Unesco.

Il progetto è sostenuto da una rete di associazioni culturali che confluiscono nell’Unione Cantastorie ed operano senza fini di lucro e quindi non hanno al momento dei fondi da investire, pertanto si chiede un contributo spese per realizzare gli spettacoli programmati e le attività ad essi connessi.

IL FESTIVAL:

L’idea è quella di realizzare un week nei giorni (ven 7, sab 8, dom 9 luglio), dove sullo Stretto prenderà forma un ponte virtuale tra i Peloritani e l’Aspromonte, tra il Museo Cultura e Musica popolare dei Peloritani di Messina ed il Parco Ecolandia di Catona.

La scelta di proporre un Festival dei Cantastorie è legata ad un progetto che vuole rivalutare questa figura di artista che tanto importante è stato per la cultura popolare e non solo e che tanto appartiene alle tradizioni del Sud e che va di pari passo con la rivalutazione e la promozione dei siti di maggior interesse dell’area dello Stretto.

Un progetto parallelo che tende quindi ad avere come obiettivo quello di mettere a conoscenza dei grandi flussi turistici (ma anche dei cittadini locali) dei luoghi e degli artisti che tanto hanno bisogno di visibilità e di promozione, poiché tesori che appartengono alla ricchezza della nostra terra, ma anche delle eccellenze proposte nei progetti del Museo Cultura e Musica popolare dei Peloritani e del Parco Ecolandia.

Un contenitore quindi di arte, cultura, tradizioni per manifestare la grande offerta possibile in questa terra.

GLI EVENTI:

Verrà installata una mostra permanente sui Cantastorie che comprenderà i famosi Cartelloni dipinti a mano, quadri e foto che documentano l’attività e la storia dei Cantastorie, la mostra fotografica “Occhi sullo Stretto” di Enzo Penna (Rosalì RC) e l’attività della falconiera Lady Hawk (Mary Foti) con i suoi rapaci.

Venerdì 7 luglio i lavori del Festival cominceranno nel primo pomeriggio con un incontro preliminare dei Cantastorie presso il Museo Cultura e Musica popolare dei Peloritani, dove sarà fatta una visita del museo e verrà presa visione del film documentario dedicato ai Cantastorie paternesi. Seguirà lo Spettacolo serale dei Cantastorie presso lo spazio concerti “Don Minico” sul Colle san Rizzo.

Sabato 8 e Domenica 9 il Festival si trasferirà in Calabria presso il Parco Ecolandia a Catona, dove entrerà nel vivo con le attività e gli spettacoli programmati.

Le performance dei Cantastorie “Per pochi eletti”: saranno eseguite dai cantastorie al tramonto e dislocate all’interno delle salette delle strutture di Ecolandia per un numero limitato di persone che a turno assisteranno ai racconti di storie che rievocano fatti siciliani come “Portella della Ginestra”, “Salvatore Giuliano”, l’uccisione del sindacalista comunista “Turiddhu Carnevale”, “La Barunissa di Carini”, ma anche storie delle nostre parti come “La tragedia degli Alberti” di Pentedattilo, “Il Brigante Musolino”, “Colapesce”, “Scilla e Glauco”, “I fatti di Casignana”, “Falcone e Borsellino”, “La caccia del pesce spada” e “Lo Stretto tra Scilla e Cariddi”, Miti e leggende grecaniche ecc….

Dalle ore 22,00 in poi, tutti i Cantastorie si riuniranno sul palcoscenico per intervallarsi ed unirsi nel grande spettacolo finale.

PROGRAMMA

MARTEDì 4 LUGLIO

ore 10.00

Conferenza stampa a Reggio Cal

MERCOLEDI’ 5 LUGLIO

ore 11.00

Conferenza stampa a Messina

VENERDI’ 7 LUGLIO

MONTI PELORITANI MESSINA

ore 16.00

Incontro con i Cantastorie e visita al Museo Cultura e Musica dei Peloritani (Gesso ME)

ore 18.00

Proiezione docu-film sui Cantastorie Paternesi – Museo CMP (Gesso ME)

ore 21.00

Spettacolo presso spazio concerti “Don Minico” (Colle San Rizzo ME)

SABATO 8 LUGLIO

ECOLANDIA CATONA

ore 19,00

“La danza dei rapaci” di Lady Hawk

“Mostra dei cartelloni dei Cantastorie”

“Occhi sullo Stretto” Fotoracconto di Enzo Penna

ore 20,00

“Per pochi eletti” Performance intime dei Cantastorie

ore 21,30

“Spettacolo dei Cantastorie”

DOMENICA 9 LUGLIO

ECOLANDIA CATONA

ore 19,00

“La danza dei rapaci” di Lady Hawk

“Mostra dei cartelloni dei Cantastorie”

“Occhi sullo Stretto” Fotoracconto di Enzo Penna

ore 20,00

“Per pochi eletti” Performance intime dei Cantastorie

ore 21,30

“Spettacolo dei Cantastorie”

PARTECIPERANNO ALL’EVENTO I CANTASTORIE: Carlo Barbera (Nizza Sicilia), Luigi Di Pino (Riposto),

Alfio Patti (Catania), Sara Cappello (Palermo), Fulvio Cama (Reggio Cal), Alessandro Nicolosi (Paterno’),

Enzo Caruso (Messina), Nando Brusco (Belmonte Calabro), Natalia Silvestro (Ali Terme), Filippo Cavallaro (Messina), Nino Pracanica (Milazzo)

PARTECIPERANNO INOLTRE I MUSICISTI: Giacomo Farina, Gino Biundo

E’ prevista la presenza di eventuali ospiti

Direzione Artistica: Fulvio Cama

Direzione Organizzativa: Giuseppe Marasco

Con il Patrocinio dell’Unione Cantastorie

Con il Patrocinio del Comune di Messina

Evento inserito nella rete dei Festival CALABRIASONA

Evento inserito nel Face Festival

In collaborazione con: Fabulanova, Truvatura, Angela Vadalà Assicurazioni, Associazione Amici Domenico e Chiara

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *