L’orchestra di Fabio Raciti dedica un concerto a Mons. Gristina

“Sinfonie d’estate” con l’applaudita orchestra diretta dal Maestro Fabio Raciti, in onore di S. E. R. Mons. Gristina nel XXV anniversario episcopale e del 71° genetliaco.

20170622_211151

La splendida chiesa capitolare di S. Giuliano in via Crociferi a Catania ha aperto le porte al vigore spirituale della musica con il concerto diretto dal Maestro Fabio Raciti e organizzato dalla Luogotenenza per l’Italia Sicilia dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme e la sezione catanese “Cardinale Salvatore Pappalardo”, dirette rispettivamente dal luogotenente Cav. Gr. Cr. Prof. Giovanni Russo e dal preside Gr. Uff. Dott. Sergio Sportelli, in onore dell’arcivescovo metropolita e priore della sezione, Mons. Salvatore Gristina, nella ricorrenza del XXV anniversario della suo ordinazione episcopale e del suo 71° genetliaco. Un concerto dal tema “Sinfonie d’estate” che condensa la tradizione pensosa della cultura romantica europea con musiche di J. Strauss, F. Lehar, G. Verdi, V. Bellini: entrambi luminari del rinnovamento culturale europeo.

20170622_214248

Un programma musicale degno di considerazione e convinta partecipazione con accostamenti sonori famosi, tra il ritmo martellante di arie famose e la tonalità pervicace di grandi ingegni. A dirigere l’Orchestra da Camera Catanese il Maestro Fabio Raciti, confratello dell’Ordine, di sensibilità musicale dinamica con buona gestualità nella bacchetta,  ha dimostrato in particolare nella sinfonia di “Norma” e nel valzer di Strauss attacchi equilibrati e precisi, emozionante l’Ave Maria di Goussad evidenziandone magnificamente le sfumature musicali e spirituali.

20170622_211140

Un’orchestra ben affiatata, spalla Vito Imperato, con le sonorità toccanti del soprano Patrizia Sala e le suggestive sfumature del mezzosoprano Patrizia Perricone. Applauditi lungamente dal pubblico per aver donato queste gemme sonore che sono un tesoro culturale dell’Europa dell’Ottocento. È stato eseguito un repertorio musicale internazionale di grande rilievo artistico e celebri arie operistiche: da Vincenzo Bellini (ouverture di “Norma”, “La farfalletta”, “Vaga luna”) a Wolfgang Amadeus Mozart (“Voi che sapete”), da Jacques Offembach  (barcarola da “I racconti di Hoffmann”) a Franz Schubert (“Ave Maria”), da Pietrto Mascagni (“Cavalleria rusticana” intermezzo) a Giuseppe Verdi (“La vergine degli angeli”), da Leo Delibes (“Pizzicato a Silvia”) a Franz Lehar (“Romanza della Villija”) e a Leroy Anderson (“The Tapewriter”) per concludere con Johann Strauss junior (“Sul bel Danubio blu”).

20170622_211133

Toccante e significativo il discorso di Mons. Gristina che ha donato con il suo intenso impegno pastorale alla comunità cattolica momenti di alta religiosità “Grazie ai genitori e ai nonni, ed è sempre bello dare gioia ai genitori, e grazie a tutti e a ciascuno voi fratelli, questo concerto è dedicato anche ai fratelli e sorelle provati dal dolore e sofferenza dei luoghi santi”. Il suo pensiero corre anche verso la struttura ambulatoriale aperta per bisognosi e migranti di via Santa Maddalena dal Rotary Distretto 2110, una realtà rivolta alla città per offrire un momento di generosità e ancora sottolinea sentimenti di gratitudine e condivisione. Presenti autorità istituzionali del Rotary nonché Marilina Giaquinta vicequestore di Catania e Maria Rosaria Giuffrè viceprefetto di Catania. Una serata di beneficenza e l’intero ricavato è stato devoluto per le opere nella martoriata Terra Santa.

20170622_211124

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *