Al via la VI edizione di “Tutti in campo per Coralium”

L'1 luglio presso il Soccer Village si svolgerà la VI edizione che vedrà scendere in campo sei squadre. Torna il torneo non agonistico di calcio "Tutti in campo per Coralium" a favore dell'associazione Onlus Coralium.

image1

Dopo il successo registrato nelle precedenti edizioni, torna anche quest'anno il torneo non agonistico di calcio "Tutti in campo per Coralium", un appuntamento che sposa l'aspetto sportivo con quello solidaristico.

Organizzato dalla giornalista Sarah Donzuso, la prima edizione dell'evento risale al 2012 e anno dopo anno è cresciuta, conquistando i cuori dei tanti "tifosi" che aderiscono all'iniziativa.

Lo scopo è quello di aiutare l'associazione ONLUS CORALIUM - presieduta da Francesco Reitano - che si occupa di bambini e ragazzi con disabilità: con i proventi della partita - offerte libere che chi desidera può depositare nel salvadanaio posto a bordo campo - si aiutano questi ragazzi e le loro famiglie promuovendo attività e laboratori utili a tutto il nucleo familiare.

La partita non prevede un costo per il biglietto di ingresso. Quest'anno l'evento si svolgerà il prossimo 1 luglio alle ore 17 presso il Soccer Village (ex campi Meridiana) in via Ugo La Malfa.

A scendere in campo 6 squadre: giornalisti, politici, Ferrari Club, Sportland, volontari della protezione civile con la presenza di tre ragazzi migranti e la squadra Coralium.

image2

"Portare avanti queste iniziative non è certo semplice, ma noi vogliamo farlo per dare un calcio all'invisibilità a cui spesso sono costrette queste famiglie con le istituzioni sorde ai gridi di allarme", dice Sarah Donzuso, organizzatrice dell'evento giunto alla sesta edizione.

Tanti i partner che hanno reso possibile organizzare l'edizione 2017: il Ferrari Club Italia, Sportland, Arabicaffè, MVM Holding, Sibeg, Laserline Italia, Tabaccheria 67, Emme Erre Grafica e Now in Sicily.

"Siamo contenti che questi imprenditore dal cuore d'oro abbiano deciso di aiutarci a realizzare questo evento: grazie alla loro generosità riusciamo a regalare un pomeriggio di svago a tutti coloro che parteciperanno e proveremo a riflettere tutti insieme sui problemi della disabilità e delle difficoltà che vivono le famiglie", conclude Sarah Donzuso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *