I “Diversi Talenti” tra i protagonisti del Rito della Luce

Domenica 25 giugno, Antonio Presti con l’evento il “Rito della Luce” si riunirà intorno alla Piramide – 38° parallelo di Motta d’Affermo (ME), mentre il 1 luglio ci saranno i “Diversi Talenti” che presenteranno lo spettacolo “Così tutto ebbe inizio tra luci e ombre” un lavoro scritto da Mazza.

ritodellaluce7

“Il buio è la fine, la luce l’inizio: la partenza è un respiro, un battito, un salto, un volo, la certezza di sostenere e di essere sostenuti, la forza di non essere soli”. Un incipit poetico per esprimere l’atmosfera che pervade il Rito della Luce, la manifestazione ideata dal mecenate Antonio Presti come saluto al solstizio d’estate. Domenica 25 giugno (dalle 15 al tramonto), intorno alla Piramide – 38° parallelo di Motta d’Affermo (ME), tra le centinaia di artisti coinvolti si esibiranno anche i Diversi Talenti, compagnia teatrale messinese formata da attori professionisti e ragazzi disabili. Il collettivo ha già ottenuto in passato un buon successo di pubblico con gli spettacoli messi in scena tra il Monte di Pietà, Palazzo dei Leoni e il Senato della Repubblica a Roma.

Palpabile la soddisfazione per il prestigioso invito nelle parole del regista Fabio La Rosa: “Al Rito della Luce si potrà ammirare una performance in cui saranno protagonisti il corpo, la volontà e la creatività. Il tema del nostro intervento sarà il concetto di creazione come rinascita; vogliamo rendere l’anima un funambolo sul filo dell’emozione: la vita, d’altronde, è un viaggio alla ricerca di una luce che illumini il cammino”.

Dopo l’apparizione al Rito della Luce, i Diversi Talenti presenteranno il prossimo 1 luglio al Monte di Pietà lo spettacolo Così tutto ebbe inizio tra luci e ombre, un lavoro scritto da Titti Mazza (coordinatrice del progetto) per la regia dello stesso Fabio La Rosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *