Finalmente riqualificata Piazza Corsica

Festa doveva essere e festa è stata. Un avvenimento che ha coinvolto tutto il quartiere. Imprenditori e residenti hanno dato un importante contributo per far rinascere piazza Corsica.

piazza corsica riqualificata con le scacchiere (1)

Festa doveva essere e festa è stata. Un avvenimento che ha coinvolto tutto il quartiere. Imprenditori e residenti che hanno dato un importante contributo per far rinascere piazza Corsica. Un luogo che di aggregazione non aveva quasi più nulla a causa dei continui raid vandalici del passato. «Oggi si volta pagina e grazie alla collaborazione dei commercianti, che hanno voluto finanziare l’opera di riqualificazione, piazza Corsica torna a nuova vita- afferma il consigliere comunale e componente della commissione al Commercio, Maurizio Mirenda-. Mi sono sempre adoperato affinché potesse nascere un piano di lavoro tra commercianti e amministrazione per recuperare tanti luoghi di Catania che versano in condizioni di estremo degrado. Un messaggio recepito pienamente dal Sindaco Bianco, a cui vanno i nostri ringraziamenti, e che porterà notevoli vantaggi a tutto il territorio».

piazza corsica riqualificata con le scacchiere (2)

La sinergia tra imprenditori e Palazzo degli Elefanti può essere la mossa decisiva per un cambio di rotta rispetto al passato. Una formula che, da piazza Corsica, può essere estesa in molti altri siti di Picanello. «Vogliamo dare un importante contributo per migliorare la città- dice l’imprenditrice Francesca Scialfa- speriamo che il nostro esempio sia seguito da altri commercianti e da coloro che su Catania hanno voglia di scommettere. Dopo un lungo periodo di crisi bisogna ripartire per il bene della città e questa è la strada giusta da intraprendere. Oggi piazza Corsica dispone perfino delle scacchiere; tocca ai catanesi adoperarsi affinché l’area venga preservata».

piazza corsica riqualificata con le scacchiere (3)

Coinvolgere il tessuto sano cittadino per riqualificare pure piazza delle Universiadi e Lardo Bordighera. Due ferite rimaste aperte per troppo tempo nel territorio della II municipalità. Luoghi dove l’arredo è in pessime condizioni e manca la sicurezza. Da qui la necessità di sviluppare per la zona un percorso dettagliato e ad ampio raggio. In cambio di agevolazioni fiscali oppure riduzione delle tasse i titolari delle imprese si potrebbero assumere gli oneri per la pulizia e la manutenzione ordinaria delle piazze. Si tratta di una cooperazione che può portare indubbi vantaggi per tutti. Per questo la proposta è già all’attenzione dei tecnici e delle commissioni comunali preposte. Accordi da studiare in ogni minimo dettaglio, con tutti gli addetti ai lavori, ma che nell’immediato restituirebbero le piazza e gli altri luoghi di socializzazione alla cittadinanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *