Al via l’evento più green dell’anno “Dove fiorisce la Jacaranda”

Sabato 10 giugno, nella splendida cornice di Villa Trinità, l’evento più green dell’anno “Dove fiorisce la Jacaranda” aprirà i battenti: il taglio del nastro è affidato alla paesaggista Clare Littlewood.

Dove fiorisce la jacaranda 2017 (1)

È partito il countdown per l’inaugurazione della quinta edizione di “Dove fiorisce la Jacaranda”. Sabato 10 giugno, alle ore 10, nella splendida cornice di Villa Trinità, residenza di Salvatore e Marina Bonajuto, l’evento più green dell’anno aprirà i battenti: il taglio del nastro è affidato alla paesaggista Clare Littlewood – autrice dell’occhio del Ciclope, primo esempio di Land art a Catania – e dal sindaco di Mascalucia, Giovanni Leonardi.

Dedicata alla terra, quest’anno la mostra mercato di piante del giardino mediterraneo diventa atelier all’aria aperta: oltre ai corsi di acquarello, a cura dell’artista Alessandra Bruno – pittrice torinese, diplomata in Belle Arti Pittura al Maidstone College of Art’s (UK) e St.Martins’School of Art’s London (UK) e docente di teoria e psicologia del colore, disegno e pittura – Respirart per la Jacaranda in Fiore 2017, l’evento celebrerà Respirart, il  parco d’arte ad alta quota della Val di Fiemme, partner della manifestazione.

Proprio dal parco della Val di Fiemme, dove si trovano alcune delle loro creazioni, arrivano i due scultori che realizzeranno le opere per Dove fiorisce la Jacaranda: Marco Nones e Giampaolo Osele. Il primo realizzerà Gusci, i cui materiali saranno realizzati in cemento mescolati con terra e cenere dell’Etna. Una volta “in natura”, assumeranno la patina del tempo e raccoglieranno “memorie” (foglie, muschi, funghi, ecc.). Il secondo realizzerà Sphera, un’opera composta con lamine di rame ossidato.

Gli artisti verranno dalla Val di Fiemme per arredare la Sicilia – commenta il padrone di casa e organizzatore dell’evento, Salvatore Bonajuto. Abbiamo pensato di mettere al centro il verde, non solo con una visione commerciale, ma come elemento in sé, per celebrare la bellezza che la terra rappresenta”. Un evento che si nutre anche della collaborazione di tutti quelli che credono nella valorizzazione e promozione del territorio: dal Comune di Mascalucia, che patrocina la manifestazione, agli artisti, ai fornitori di materiali, come Gabriella Vitale, imprenditrice nel campo dell’edilizia, che ha donato quanto necessario agli artisti per realizzare le opere in esposizione.

L’edizione 2017, inoltre, vedrà la partecipazione del FAI , AIAPP, i paesaggisti siciliani, Legambiente ed altre associazioni ambientaliste, nonché di giornalisti italiani e internazionali. Presenze che attestano l’importanza della manifestazione che, dopo cinque edizioni, si conferma occasione d’oro per esaltare il territorio etneo e le produzioni botaniche, ma anche per parlare di cultura e di arte.

Sabato pomeriggio inizia il ciclo di pomeriggi con l’autore sotto la Jacaranda.

Alle 16, intervista con la Principessa Borghese, Maria Carla San Just di Teulada, prima in Sicilia ad aver aperto il suo giardino al pubblico, autrice di due testi uno sulla sua ‘’ Lunga Vita’ e l’altro ‘’Il giardino che non c’era‘’ la sua creazione al Biviere li Lentini.

A seguire, Clare Littlewood intervisterà Charles Sacamano, autore del volume dal titolo accattivante “Il sentiero di Persefone”, guida alle piante crescono lungo le strade della Sicilia.

Alle 17.30 chiacchierata con gli artisti di RESPIRART : Alessandra Bruno, Marco Nones e Giampaolo Osele con la collaborazione di Beatrice Calamari, curatrice.

Domenica pomeriggio, alle 17 si terrà la presentazione del libro di Marilina Giaquinta ‘’Malanotte’’ in compagnia del critico Giuseppe Giglio L’autrice, poetessa e vicequestrice, leggerà alcuni scritti.

Tutti i momenti saranno accompagnati dallo Spacedrum di Armando Xibilia. La mostra, in programma sabato e domenica, sarà aperta al pubblico a partire dalle ore 11.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *