Il Commissario Montalbano nei romanzi gialli di Camilleri

Martedì 30 maggio 2017, alle ore 17.00, all’Istituto Superiore “E. AINIS”, Via A. Freri, di Messina ci sarà una conferenza – dibattito, organizzata dall’ADSeT dal titolo “Il Commissario Montalbano nei romanzi gialli di Camilleri”.

Conferenza-dibattito

Martedì 30 Maggio 2017 alle ore 17,00 all’Istituto Superiore “E. AINIS”, Via A. Freri, di Messina Conferenza – dibattito, organizzata dall’ADSeT (Associazione Dirigenti Scolastici e Territorio) dal titolo “Il Commissario Montalbano nei romanzi gialli di Camilleri”.

Il programma prevede i saluti  del Prof. Angelo Miceli – Presidente ADSeT e del  Prof. Elio Parisi – Dirigente Istituto Superiore “E. Ainis”mentre moderatore sarà il Prof. Antonino Grasso – Socio Fondatore ADSeT – già Dirigente Liceo Classico “F. Maurolico”.

Relatore della conferenza il Prof. Giuseppe Rando – Professore ordinario di Letteratura Italiana.

Ma sul relatore si può aggiungere che è professore ordinario di Letteratura Italiana, già presso il Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne dell’Università degli Studi di Messina e che insegna Critica Letteraria e Letterature Comparate presso la Scuola Superiore per Mediatori Linguistici di Reggio Calabria.

È altresì membro del Comitato Nazionale per l’Edizione Nazionale dell’Opera Omnia di Federico De Roberto e componente del Comitato Scientifico della Fondazione Corrado Alvaro.

Dirige la collana “L’Arco” presso Luigi Pellegrini Editore di Cosenza, nonché la collana “Otto-Novecento Siciliano” presso EDAS di Messina e la collana “Il Ponte” presso Falzea Editore di Reggio Calabria.

Ha pubblicato saggi e volumi su autori maggiori e minori della letteratura italiana e segnatamente su Parini e su Alfieri, su Leopardi , su Verga, su Pascoli, su Corrado Alvaro e su Quasimodo

Studioso di letteratura meridionale, ha pubblicato la monografia Vero e immaginario tra Sicilia e Calabria (da Verga a Occhiato), Cosenza 2014; ha curato la ristampa di opere di Boner, Cesareo, Onufrio, Misasi, Deledda, Alvaro; ha altresì raccolto in volume, per la prima volta, le Novelle disperse di Enrico Onufrio (Messina, 2004) e, nel 2007, presso Rubbettino, i racconti dispersi di Corrado Alvaro, col titolo “Gente che passa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *