A Catania con “I nuovi minori: raccogliere la sfida”

Giovedì 18 maggio, al Museo Diocesano di Catania si terrà l’incontro “I nuovi minori: raccogliere la sfida”, affronta il tema dell’evoluzione delle migrazioni e la rimodulazione dell’accoglienza in Italia.

2

Affrontare il tema dell’evoluzione delle migrazioni e la rimodulazione dell’accoglienza in Italia: questo uno dei temi al centro della tavola rotonda in programma giovedì 18 maggio, a partire dalle 9, al Museo Diocesano di Catania, organizzata dal Consorzio Il Nodo e dal Coordinamento Nazionale Comunità Minori (CNCM), in collaborazione con il Servizio centrale SPRAR, il comune di Catania e con il patrocinio dell’Ordine degli assistenti Sociali Regione Sicilia e dell’Associazione Italiana di Sociologia, sociologia del territorio.

Saranno presenti, tra gli altri, Gabriella D’Orso, Responsabile Struttura Missione MSNA, del Ministero dell’Interno, Silvana Riccio, prefetto di Catania, Maria Francesca Pricoco, presidente Tribunale per i Minorenni di Catania, Gianni Fulvi, presidente CNCM, Fabrizio Sigona, presidente Il Nodo Catania, Matteo Zappa, Caritas Ambrosiana, Enzo Bianco, sindaco di Catania.

L’aumento considerevole della percentuale di Minori stranieri non accompagnati presenti sul territorio, a seguito degli sbarchi degli ultimi anni, impone una riflessione, con sempre maggiore sistematicità, sugli aspetti salienti del lavoro di accoglienza in un’ottica multidisciplinare e interconnessa.

Queste le premesse che hanno portato a strutturare il Convegno, prevedendo la presenza di relatori che abbraccino l’intero panorama del lavoro di accoglienza ed integrazione.

Partendo dall’analisi degli accadimenti con il giornalista e scrittore Luca Attanasio, si passerà, con l’intervento del prof. Carlo Colloca, alla rappresentazione dei paradigmi sociologici che hanno guidato le ultime esperienze di eccellenza nel territorio.

Il tema della tutela del minore nell’ordinamento italiano, le problematiche che questa presenta nel lavoro con i MSNA e i meccanismi di valutazione circa la tipologia di procedimento da mettere in atto, in base alle storie dei minori, verrà curato dall’avvocato Filippo Finocchiaro, delegato regionale ASGI Sicilia.

Il complesso intervento multidisciplinare, che vede il suo coordinamento in capo alla figura dell’assistente sociale, verrà esposto da Maria Concetta Storaci, consigliera dell’ordine nazionale degli Assistenti sociali.

La testimonianza di due esperienze sul campo chiuderanno la prima parte dei lavori.

La prima, con Stéphane Duval, direttore del Campo francese di Calais che presenterà lo specifico lavoro effettuato sui minorenni presenti nel Campo; la seconda, con Andrea Tringali, Bacar Djau, e gli altri allievi del corso di Progettazione per la sostenibilità e i sistemi biologici, che racconteranno della realizzazione dell’orto di Villa Santa Maria degli angeli, sede del Centro di Prima Accoglienza (CPA) per MSNA del Consorzio Il Nodo.

A seguire la proiezione del cortometraggio “Permaculture: migranti e welfare generativo” realizzato durante lo svolgimento delle attività.

Il convegno è valido per l’accreditamento di punti ECM per Avvocati e Assistenti sociali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *