Leo Sanfelice e il suo libro “Il pianista viaggiatore”

In uscita il libro "Il pianista viaggiatore" che racconta la vita di una delle figure più importanti dello spettacolo in Italia: Leo Sanfelice, musicista  e cantautore.

Il-pianista-viaggiatore

Discendente da una famiglia ducale siracusana, specializzato nel repertorio jazz (ha preso parte a Umbria Jazz), ragtime e swing all'italiana, nel 2008 e nel 2009 ha partecipato come responsabile del commento musicale alla trasmissione televisiva di Pino Strabioli Cominciamo bene - prima, striscia quotidiana in onda ogni mattina dal lunedì al venerdì su Rai 3.

Come musicista è stato scoperto e lanciato da Renzo Arbore all'interno degli show della sua Swing Maniacs, sia in teatro che in spettacoli televisivi.

Siracusano di nascita, ma romano d'adozione, di origini nobili, laureato in scienze politiche, Sanfelice è un artista poliedrico ed un esempio di one man show formatosi nei piccoli circoli musicali sullo stile dei Café Chantant, in grado di alternare sketch, canzoni e gag improvvisate. I suoi monologhi sono un pretesto per presentare brani in stile vintage inframmezzati da spiegazioni, aneddoti, dialoghi con il pubblico.

Le sue canzoni, dai testi spensierati, si richiamano a quelle in voga negli anni trenta, quaranta e cinquanta ed hanno spesso un contenuto provocatorio o dissacrante, come nel caso del tango intitolato Chiamami Rosita in cui vengono espressi i pensieri proibiti di un medico che sogna di lanciarsi in danze goliardiche con il proprio infermiere in veste di macho.

Intervistare Leo Sanfelice è stata una esperienza bellissima perchè è una persona pacata e dolce e nello stesso tempo la sua voce cosi' acuta e energica ti mette subito di buonumore. Lui intercala  nelle sue risposte battute estemporanee e  aneddoti del suo vasto passato artistico, che non posso non strapparti un sorriso. Il suo più grande desiderio è quello di ritrasferirsi in Sicilia, terra dei suoi nobili avi, terra che gli ricorda tanti bei momenti. Gli auguro che il suo desiderio si possa realizzare, ma intanto  in bocca al lupo Leo caro! Povero Lupo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *