Catania, Enzo Bianco ha ricevuto una delegazione da Israele

Il sindaco di Catania, Enzo Bianco, ha ricevuto al Palazzo degli Elefanti, una delegazione da Israele guidata da Noemi Di Segni, presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane. Pronti per lavorare insieme per un grande progetto di amicizia.

bianco_israele

Incontro tra il sindaco Enzo Bianco e i rappresentanti di Israele, guidati dalla presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane Noemi Di Segni. Pronti per lavorare insieme per un grande progetto di amicizia. Bianco: «Forti le radici ebraiche nella storia e nella cultura di Catania». Di Segni: «Catania è il punto di partenza, l’inizio di una nuova sinergia che guarda alla preservazione e valorizzazione della presenza storica, all’innovazione e alla cultura come un’unica conoscenza da condividere, e volano di convivenza».

Il sindaco di Catania, Enzo Bianco, ha ricevuto al Palazzo degli Elefanti una delegazione da Israele guidata da Noemi Di Segni, presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane. Con lei c’erano Shai Hermesh, deputato al Parlamento di Israele e vice presidente del World jewish Congress Israel (Congresso ebraico mondiale), Laurence Weinbaum, Direttore del WJC-Israel e Direttore dell’Israel Council on Foreign Relations (Consiglio d’Israele per le relazioni estere), Ofir Haivri, Capo del Comitato “Anousim” del Governo di Israele, Moshe Leshem, membro del WJC-Israel, Michael Freund Presidente di “Shavei Israel”, Rav Pinhas di “Shavei Israel”, Gloria Arbib, Segretario Generale Unione Comunità Ebraiche Italiane e Gadi Piperno responsabile del Progetto Meridione Unione comunità Ebraiche Italiane.

Il sindaco Bianco nel suo intervento ha ricordato le forti radici ebraiche della storia e della cultura di Catania ed ha anche sottolineato come la sua personale storia politica sia stata sempre contraddistinta da un grande rapporto di amicizia con Israele e il popolo ebraico. «Auspico – ha aggiunto il Sindaco – che con Israele si possano mettere in atto scambi economici, in particolare nel settore dell’elettronica e dell’alta tecnologia, e culturali considerato anche i recenti incontri tra i comuni di Catania e Tel Aviv. Presto ci sarà anche un volo diretto dal nostro aeroporto per Israele».

Shai Hermesh ha evidenziato la comunanza di cultura mediterranea tra le due sponde del mediterraneo e quindi la capacità e l’interesse a promuovere progetti comuni, allargando la conoscenza di Israele come partner per una Sicilia che molto sta promuovendo nell’area e che abbiamo colto con grande interesse.

«Questo incontro – ha detto, tra l’altro, Noemi Di Segni – ha l’obiettivo di rilanciare una sinergia istituzionale; tra le autorità competenti localmente, l’Ucei, la Comunità di Napoli, le associazioni come il WJC e Shavei Irael che si adoperano sul piano cultuale e culturale, e gli operatori locali. C’è un rinascimento ebraico in Sicilia” e questo è un importante inizio».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *