Stage e torneo all’Elefantino Calcio: ecco il calcio che piace, il tutto in sinergia col Perugia

Prendete carta e penna e segnate: 28, 29, 30 aprile e 1 maggio. Date da non steccare se siete amanti del calcio alla guida di una società che forma giovani talenti.

eventi elefantino calcio

L’Elefantino Calcio ha annunciato due grandi eventi organizzati in sinergia con il Perugia Calcio, perno fondamentale dell’attività della scuola calcio di Sant’Agata Li Battiati in condivisione di una idea di sport che valorizzi non soltanto la qualità tecnica degli atleti, piccoli o grandi che siano, ma anche gli strumenti di socializzazione utile a formare gli uomini di domani.

E la quattro giorni di lavoro e di gioco sono da inquadrare proprio nell’ottica di una forte volontà e sana passione calcistica che si pone come principale obiettivo quello di creare rapporti sani tra ragazzi e istruttori. Andiamo con ordine e presentiamo le due manifestazioni.

La prima, dal 28 al 30 aprile, è uno stage per istruttori coordinato dai tecnici del Perugia Calcio, alla presenza, tra l’altro, del direttore generale del Grifo, Mauro Lucarini. In questa sede chi si iscriverà ai corsi, aperti a tutti, potrà lavorare sia dal punto di vista teorico che pratico, sul campo, per poi ottenere un attestato rilasciato proprio dalla società umbra.

La seconda, invece (30 aprile-1 maggio) è un torneo per giovani calciatori, aperto in primis alle società siciliane affiliate al Perugia Calcio. Previsto l’arrivo a Catania – entrambi gli eventi si terranno al Campo Elefantino (Via A. Moro, Sant’Agata Li Battiati) e al Campo Degli Ulivi (Via G. Giusti 10, Gravina) – di tecnici e giocatori da tutta la regione, e non soltanto!

Insomma, si respira il calcio sano all’Elefantino. Il lavoro certosino sul rettangolo verde ma anche nei programmi extracampo del direttore Carmelo Pappalardo ha portato nel corso di questo anno sportivo importanti risultati. Raggiunti traguardi prestigiosi e l’organizzazione di questa grande festa del calcio non è che la ciliegina sulla torna. Con la consapevolezza di non volersi mai fermare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *