Giornata mondiale dell’acqua e dell’autismo

Il Club Service Kiwanis Panormo è lieta di invitarvi a due incontri interessanti che si terranno a Palermo: la giornata mondiale dell’acqua e dell’autismo. 

chiara fici

Il Club Service Kiwanis Panormo è lieta di invitarvi ad un incontro culturale molto interessante di cosa si tratta? La parola al presidente Alessandro Mauceri.

Giorno 22 marzo  si svolgerà la giornata mondiale  dell’acqua e dell’autismo. Ce ne vuole parlare?

Si tratta di due temi di fondamentale importanza, ma ai quali pochi dedicano l’attenzione che meriterebbero. Cominciamo dal primo: la giornata mondiale dell’acqua. Oggi nonostante le promesse e gli allarmi (l’ultimo quello di Papa Francesco pochi giorni fa, ma ne aveva parlato nella sua enciclica Laudato sii), si fa molto poco per risolvere il problema “acqua”. Le risorse disponibili diventano sempre di meno e con l’aumentare della popolazione, l’inquinamento e gli sprechi, il rischio è che l’acqua possa diventare il bene più prezioso. Tanto prezioso da far gola a troppi. L’acqua non è solo ragione di vita, ma anche causa di morte: ogni giorno sono quasi 2000 i bambini da 0 a 5 anni che muoiono a causa di malattie legate all’acqua, e anche quelli che sopravvivono mostrano problemi nella crescita e nello sviluppo a causa della malnutrizione, fattori  che influenzano pesantemente tutta la loro esistenza e lo sviluppo di intere nazioni. 
Ma non basta: per il controllo dell’acqua si combattono vere e proprie guerre in molte parti del pianeta. 
In alcune zone della Terra, di acqua, ce n’è sempre di meno (i fenomeni di siccità e di desertificazione si stanno diffondendo), per contro in altre zone del pianeta, invece, si sprecano enormi quantità di questa preziosa risorsa. 
Sono tutti problemi che causano gravi disagi e, a volte, vere e proprie guerre: non è un caso se il titolo del nostro ultimo libro (edito da Rosenberg e Sellier) è proprio ‘Guerra all’acqua

Il 3 Aprile il vostro Club Service organizzerà la giornata mondiale dell’autismo. Un commento in merito a questo altro importante tema sociale.

Per quanto riguarda l’autismo questo è uno dei service essenziali del KIWANIS INTERNATIONAL. Il KIWANIS Club Panormo, di cui sono presidente, ha deciso di dedicare una giornata a questo problema affrontandolo sotto diverse sfaccettature: innanzitutto sottolineando che si tratta di un problema che sta dilagando. E poi spiegando ai cuochi di domani (non a caso la nostra iniziativa si svolgerà presso l’Istituto Alberghiero Piazza di Palermo) che, come hanno dimostrato diversi studi, autismo e alimentazione sono legati a filo doppio: una delle principali cause dell’autismo è l’alimentazione e proprio grazie all’alimentazione si può intervenire“.

Cosa si potrebbe fare per sensibilizzare i più in una città come Palermo, oltre ai convegni e riunioni?

Per quanto riguarda l’acqua e le possibili soluzioni per Palermo (ma anche per tutti i paesi industriallizzati), bisogna innanzitutto limitare gli sprechi: oggi, in Sicilia quasi metà delle risorse idriche potabili viene perduto prima di arrivare a destinazione. E poi mediante scelte oculate ad esempio nell’agricoltura (e quindi nell’alimentazione) che è responsabile di circa il 70% del consumo idrico: pochi sanno che l’Italia è il terzo importatore mondiale di acqua nascosta come dimostrano alcuni studi sulla waterfootprint. Anche per quanto riguarda l’autismo si potrebbe fare molto a Palermo, ma in generale in tutto il mondo: secondo gli esperti una diagnosi precoce (entro i primi mille giorni dal concepimento) e un’alimentazione corretta, già da parte della madre gravida, potrebbero ridurre drasticamente i casi di autismo. Se a questo si aggiunge una maggiore attenzione verso altri fattori determinanti, come l’ambiente e l’inquinamento, i possibili interventi non mancano. Ma che, inspiegabilmente, nessuno fa! 
Per quanto riguarda l’autismo, è importante anche conoscere i problemi relazionali dei giovani affetti da questo disturbo“.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *